venerdì 5 settembre 2014

Juventus Campione D'Italia 1976-1977

Il Campionato di Serie A 1976-77 fu il settantacinquesimo campionato di calcio italiano, il quarantacinquesimo giocato con la formula del girone unico.
La Juventus, ritenuta indebolita a causa delle cessioni di Capello e Anastasi in cambio dei più maturi Boninsegna e Benetti, firmò invece una mossa vincente; le due squadre torinesi diedero il via ad un campionato ancora più emozionante del precedente, chiuso con un punteggi da record, 51 punti.
Già dopo due giornate, granata e bianconeri si ritrovarono soli in testa, dando il via al duello. La Juventus, dopo sette vittorie consecutive, arrivò al derby dell'ottava giornata il 5 dicembre, con un punto di vantaggio sui cugini: i "gemelli del gol" Graziani e Pulici colpirono e affondarono, decretando il sorpasso sui bianconeri. Il Torino condusse per qualche giornata, per poi venire agganciato dopo un rocambolesco 3-3 contro la Lazio. Proprio la Lazio fu protagonista in quell'anno di due momenti drammatici: prima perse il 2 dicembre l'allenatore dello scudetto, Tommaso Maestrelli, spentosi dopo una lunga malattia. Poi, un mese e mezzo dopo, il 18 gennaio 1977, venne colpita dalla morte del centrocampista Luciano Re Cecconi, morto in una gioielleria di Roma. Torino e Juventus, dopo continui sorpassi, conclusero a pari punti (25) il girone d'andata il 6 febbraio 1977.
Il girone di ritorno iniziò sulla falsariga delle prime quindici partite. Il 27 febbraio la Juventus dopo aver vinto con il Foggia, passò in vantaggio di un punto, approfittando della sconfitta del Torino a Roma per 1-0. Alla 6° giornata di ritorno, il 20 marzo i granata vincono con il Perugia e raggiungono i bianconeri che pareggiano con il Verona. La settimana dopo con la vittoria sul Cesena, la Juventus e di nuovo avanti di un punto, (il Torino pareggia con il Napoli). Il derby del 3 aprile, (8°giornata), finisce in parità, 1-1. I bianconeri conducono con un punto di vantaggio fino alla 26° giornata, quando a causa di un pareggio a Perugia, furono raggiunti nuovamente dai cugini. La settimana dopo, sabato 30 aprile, un gol di Furino permise ai bianconeri di battere in extremis il Napoli e di approfittare del pareggio del Torino in casa della Lazio. (Juventus 45, Torino 44). Fu lo scatto decisivo, visto che la Juventus vinse le ultime tre partite e concluse il campionato alla quota record di 51 punti, seguita dal Torino a 50, mentre la Fiorentina, terza, si fermò a 35 e fu protagonista unicamente della lotta per l'Europa a cui si aggiunsero Inter e Lazio, seguiti dal Perugia. I bianconeri aggiunsero al tutto la prima vittoria in Coppa UEFA della loro storia a spese dell'Athletic Bilbao; ai granata rimase il titolo di capocannoniere per Francesco
Graziani con 21 reti.
Cadde invece il Cesena, retrocesso in Serie B dopo i successi dell'anno precedente. Il Milan si salvò solo grazie alla rimonta che, nelle ultime due giornate, sancì la seconda retrocessione del Catanzaro e quella della Sampdoria.
Tra le note di colore della stagione, da segnalare l'incontro Genoa-Torino del 6 febbraio 1977, che fu la prima partita della Serie A ad essere trasmessa a colori dalla TV italiana.

Juventus 1976-1977 - 17° scudetto

Allenatore: Giovanni Trapattoni
Portieri: Dino Zoff, Giancarlo Alessandrelli, Stefano Bobbo
Difensori: Claudio Gentile, Gaetano Scirea, Antonello Cuccureddu, Francesco Morini, Luciano Spinosi, Antonio Cabrini, Fabio Francisca, Ferdinando Bogani, Plinio Serena, Lorenzo Cascella, Renato Gola
Centrocampisti: Romeo Benetti, Marco Tardelli, Franco Causio, Giuseppe Furino (C), Alberto Marchetti, Gian Piero Gasperini, Maurizio Schincaglia, Francesco Della Monica, Salvatore Saporito,
Sandro Beccaris, Massimo Berti, Stefano Noferi
Attaccanti: Roberto Boninsegna, Roberto Bettega, Sergio Gori, Luigi Capuzzo, Walter Lanni




Risultati stagione 1976-1977
DATAPARTITARisultato
domenica 3 ottobre 1976Lazio-Juventus2-3
domenica 10 ottobre 1976Juventus-Genoa1-0
domenica 24 ottobre 1976Foggia-Juventus0-1
domenica 31 ottobre 1976Juventus-Catanzaro3-0
domenica 7 novembre 1976Milan-Juventus2-3
domenica 21 novembre 1976Juventus-Verona2-1
domenica 28 novembre 1976Cesena-Juventus0-1
domenica 5 dicembre 1976Juventus-Torino0-2
domenica 12 dicembre 1976Juventus-Fiorentina0-0
domenica 19 dicembre 1976Bologna-Juventus0-1
domenica 2 gennaio 1977Juventus-Perugia1-0
domenica 9 gennaio 1977Napoli-Juventus0-2
domenica 16 gennaio 1977Juventus-Inter2-0
domenica 30 gennaio 1977Roma-Juventus3-1
domenica 6 febbraio 1977Juventus-Sampdoria3-0
domenica 13 febbraio 1977Juventus-Lazio2-0
domenica 20 febbraio 1977Genoa-Juventus2-2
domenica 27 febbraio 1977Juventus-Foggia1-0
domenica 6 marzo 1977Catanzaro-Juventus0-2
domenica 13 marzo 1977Juventus-Milan2-1
domenica 20 marzo 1977Verona-Juventus0-0
domenica 27 marzo 1977Juventus-Cesena3-2
domenica 3 aprile 1977Torino-Juventus1-1
domenica 10 aprile 1977Fiorentina-Juventus1-3
sabato 16 aprile 1977Juventus-Bologna2-1
domenica 24 aprile 1977Perugia-Juventus1-1
sabato 30 aprile 1977Juventus-Napoli2-1
domenica 8 maggio 1977Inter-Juventus0-2
sabato 14 maggio 1977Juventus-Roma1-0
domenica 22 maggio 1977Sampdoria-Juventus0-2




Classifica del Campionato 1976-1977
SquadraGarePuntiVPSGol/FGol/S
1JUVENTUS 305123525020
2Torino 305021815114
3Fiorentina 3035121173831
4Inter 3033101373427
5Lazio 3031101193428
6Perugia 3029911103228
7Napoli (-1) 3028911103738
8Roma 3028910112733
9Verona 302871492632
10Milan 302751783033
11Genoa 3027811114045
12Bologna 3027811112431
13Foggia 3026106143339
14Sampdoria 3024612122842
15Catanzaro 302177162643
16Cesena 301438192248

Nessun commento: