venerdì 5 settembre 2014

Juventus Campione D'Italia 1933-1934

La Serie A 1933-1934 fu la trentaquattresima edizione del campionato di calcio italiano e la quinta giocata con la formula del girone unico.
Mentre la Juventus, che in giugno inaugurava il nuovo stadio intitolato a Benito Mussolini (vedi storia stadi), manteneva inalterata la rosa dei titolari e si limitava ad irrobustire il parco delle riserve. Era soprattutto l'Ambrosiana-Inter a procedere in un'opera di rafforzamento (peraltro già iniziata negli anni precedenti). Rivolta e Visentin, furono acquistati da un dinamico Napoli, forte di un altro importante innesto, quello dell'ex Torino Rossetti. Meno intraprendenti le altre formazioni di punta, che si accontentarono di pochi ritocchi. Nell'ottica di una riduzione del numero delle "vedette" programmata per il campionato successivo, si decise di aumentare a tre, per quest'unica stagione, il numero delle squadre retrocesse in Serie B, a fronte di un'unica promozione dai "cadetti".
L'agguerrita Ambrosiana-Inter partì lanciata, debuttando con un temibile 9-0 al Casale e agguantando la vetta solitaria alla quarta giornata. La Juventus iniziò dunque rincorrendo i nerazzurri, ma cadde il 12 novembre, nello scontro diretto, ed entrò a far parte di un folto gruppo di inseguitrici che, oltre al solito Bologna, annoverava anche la brillante Triestina e il Pro Vercelli, trascinata dal fiuto del gol del rampante Piola, capace di segnare 6 gol alla Fiorentina il 29 ottobre.
Chiuso il girone d'andata con tre punti di vantaggio sulla Juventus, l'Ambrosiana-Inter procedette con passo spedito anche nelle prime battute del ritorno. Il 28 gennaio, però, i milanesi caddero a Napoli, di fronte ai vivaci azzurri di Garbutt, che dopo una partenza a singhiozzo stavano scalando la classifica puntando sulla fase difensiva, e che conquistarono al termine della stagione la prima qualificazione alla Coppa Mitropa della società partenopea. Il 4 marzo l'Ambrosiana-Inter scivolò nuovamente, in casa, per mano del non irresistibile Livorno e la Juventus, che intanto espugnando Trieste aveva colto il dodicesimo risultato utile consecutivo, si portò a -1 dalla capolista.
Nell'acceso finale il calendario fu rivoluzionato, per anticipare la fine del torneo e cedere il palcoscenico agli incombenti campionati mondiali. Vinse il duello la Juventus, che superò indenne lo scontro diretto del 1º aprile ed operò il sorpasso due settimane dopo, domando il Brescia e approfittando della sconfitta dell'Ambrosiana-Inter a Firenze: con sette vittorie in altrettante gare, i bianconeri si assicurarono il quarto titolo consecutivo. L'attacco bianconero si confermò il migliore, e il diciannovenne Borel II, che mise a segno 31 reti, si laureò per il secondo anno consecutivo miglior marcatore; nella Nazionale italiana che poche settimane dopo vinse il Mondiale, una grande fetta di titolari era di provenienza juventina, e anche l'allenatore Carcano fu richiesto da Pozzo come suo collaboratore durante la rassegna.
Particolarmente concitata fu la lotta per evitare la retrocessione; fu il Casale, già ultimo al giro di boa, a cadere per primo; lo seguì a un turno dalla fine il glorioso Genoa, travolto da problemi economici e societari. Nell'ultima giornata, il 29 aprile, le vincenti Brescia, Palermo e Torino soffocarono invece le speranze di aggancio del Padova, che tornò dunque in Serie B dopo due stagioni.

Juventus 1933-1934 - 6° scudetto

Allenatore: Carlo Carcano
Portieri: Gianpiero Combi, Cesare Valinasso
Difensori: Giovanni Varglien II, Pietro Ferrero, Umberto Caligaris, Virginio Rosetta (C)
Centrocampisti: Luigi Bertolini, Luis Monti, Mario Varglien I, Teobaldo Depetrini
Attaccanti: Giovanni Ferrari, Renato Cesarini, Felice Borel II, Raimundo Orsi, Pietro Sernagiotto, Marcello Mihalich



Risultati stagione 1933-1934
DATAPARTITARisultato
domenica 10 settembre 1933Juventus-Livorno4-1
domenica 17 settembre 1933Alessandria-Juventus2-1
domenica 24 settembre 1933Juventus-Casale6-1
domenica 1 ottobre 1933Roma-Juventus2-3
domenica 8 ottobre 1933Juventus-Torino4-0
domenica 15 ottobre 1933Palermo-Juventus0-1
domenica 29 ottobre 1933Juventus-Triestina1-1
mercoledì 1 novembre 1933Napoli-Juventus2-0
domenica 5 novembre 1933Juventus-Fiorentina5-0
domenica 12 novembre 1933Inter-Juventus3-2
domenica 19 novembre 1933Juventus-Genoa8-1
domenica 26 novembre 1933Juventus-Brescia5-1
domenica 10 dicembre 1933Milan-Juventus3-1
giovedì 21 dicembre 1933Bologna-Juventus2-2
domenica 24 dicembre 1933Juventus-Lazio2-2
domenica 31 dicembre 1933Padova-Juventus1-2
domenica 7 gennaio 1934Juventus-Pro Vercelli3-0
domenica 14 gennaio 1934Livorno-Juventus0-0
domenica 21 gennaio 1934Juventus-Alessandria3-1
domenica 28 gennaio 1934Casale-Juventus0-3
domenica 4 febbraio 1934Juventus-Roma3-1
domenica 18 febbraio 1934Torino-Juventus1-2
domenica 25 febbraio 1934Juventus-Palermo1-1
domenica 4 marzo 1934Triestina-Juventus0-1
domenica 11 marzo 1934Juventus-Napoli2-0
domenica 18 marzo 1934Fiorentina-Juventus2-2
giovedì 29 marzo 1934Juventus-Bologna4-1
domenica 1 aprile 1934Juventus-Inter0-0
domenica 8 aprile 1934Genoa-Juventus0-2
giovedì 12 aprile 1934Juventus-Padova5-1
domenica 15 aprile 1934Brescia-Juventus1-2
domenica 22 aprile 1934Juventus-Milan4-0
mercoledì 25 aprile 1934Pro Vercelli-Juventus0-2
domenica 29 aprile 1934Lazio-Juventus0-2




Classifica del Campionato 1933-1934
SquadraGarePuntiVPSGol/FGol/S
1JUVENTUS 345323748831
2Inter 344920956624
3Napoli 344619874630
4Bologna 3442161085333
5Roma 3440168105632
6Fiorentina 34361212104653
7Pro Vercelli 34341210124137
8Livorno 34341112114745
9Milan 3433129135049
10Lazio 3431119144866
11Triestina 34301010143840
12Brescia 3429117163947
13Torino 3429911144757
14Alessandria 3429125174354
15Palermo 3429109153951
16Padova 342799163249
17Genoa 342488183355
18Casale 341749213291

Nessun commento: