venerdì 5 settembre 2014

Juventus Campione D'Italia 1930-1931

La Divisione Nazionale Serie A 1930-1931 fu la trentunesima edizione del campionato di calcio italiano e la seconda giocata con la formula del girone unico.
Desiderosa di colmare il gap con il Genoa e Ambrosiana (Ambrosiana era una società nata con la fusione della U.S. Milanese e l'Inter avvenuta nel 1928 in ossequio ai dettami del Partito Nazionale Fascista. Nel 1932 diventerà Ambrosiana-Inter. Solo nell'ottobre del 1945, dopo la caduta del regime fascista, tornerà a chiamarsi Inter), la Juventus si mosse con decisione sul mercato: ingaggiò dall'Alessandria l'allenatore Carcano, tra i migliori interpreti del metodo, seguito dal regista offensivo Ferrari, e si affidò in attacco, per sostituire il poco prolifico Zanni, al maturo centravanti Vecchina.
Più defilati in estate i campioni uscenti dell'Ambrosiana (Ferrero) e il Genova, concentrato sulla lunga trattativa che portò in rossoblu il campione del mondo Stábile. Aspirando al salto di qualità, si rinforzarono Napoli (Tansini), Milan (Magnozzi e il giovane Arcari) e Roma (Costantino) mentre un Bologna desideroso di riscatto si assicurò la promessa della Pro Patria Reguzzoni.
Il torneo iniziò il 28 settembre 1930. La partenza spedita della Juventus (otto vittorie consecutive) definì subito le gerarchie; alle spalle dei bianconeri si alternarono inizialmente rivali più o meno attrezzate (Modena, Bologna, Napoli). Il Genova, partito con l'inaspettata sconfitta di Legnano, tentava di risalire posizioni, mentre erano più complicate le situazioni dell'Ambrosiana, terz'ultima dopo nove giornate e ormai eliminata dalla Coppa dell'Europa Centrale, e del Milan, che si ritrovò presto a galleggiare vicino alla zona più calda della classifica. Dal gruppo delle inseguitrici emerse la Roma, che il 21 dicembre si portò a un solo punto dalla Juventus; la squadra torinese ritrovò comunque energie per chiudere a +4 sui vivaci giallorossi e sul Napoli il girone d'andata. Si erano arenati sul fondo, intanto, il Livorno e le debuttanti Casale e Legnano, destinati a lottare fino alla fine per evitare le due retrocessioni.
L'8 marzo, battendo nettamente la Pro Vercelli, la Juventus sembrò aver piazzato lo scatto decisivo sulle inseguitrici. In realtà, la settimana dopo la squadra bianconera fu travolta a Testaccio (un impianto calcistico costruito nel 1929 a Roma) dalla Roma, che tentò dunque per ultima un inseguimento, trascinata dai gol di un Volk all'apice della sua carriera. I torinesi seppero comunque amministrare il vantaggio di tre punti fino alla fine e il 21 giugno, in un ideale passaggio di consegne, batterono l'Ambrosiana e si laurearono Campioni d'Italia a cinque anni dall'ultimo titolo.
Dietro Juventus e Roma si piazzarono il costante Bologna e il Genova, con i gol di Banchero a sopperire al primo degli infortuni che inificiarono l'esperienza italiana di Stábile. Nel girone di ritorno avevano perso smalto squadre che avevano vivacizzato il girone d'andata (il bel Modena di Mazzoni, una Lazio in crescita e il Napoli di Garbutt, che firmò il record pareggiando una sola partita in tutto il torneo), mentre un'orgogliosa Ambrosiana risalì fino al quinto posto. Sul fondo, a salvarsi fu il Casale, che piazzò tre vittorie decisive nelle ultime gare casalinghe. Fu il Livorno a tentare un disperato aggancio sul finale, ma il pareggio contro la Juventus, all'ultima giornata, gli fu fatale. Legnano e Livorno andarono in Serie B.

Juventus 1930-1931 - 3° scudetto

Allenatore: Carlo Carcano
Portieri: Gianpiero Combi, Alfredo Bodoira, Umberto Ghibaudo
Difensori: Umberto Caligaris, Pietro Ferrero, Virginio Rosetta (C), Giovanni Varglien (II)
Centrocampisti: Oreste Barale, Carlo Bigatto, Carlo Crotti, Eugenio Castellucci, Lino Mosca, Francesco Rier, Mario Varglien (I), Aldo Vollono
Attaccanti: Renato Cesarini, Federico Munerati, Giovanni Ferrari, Raimundo Orsi, Gilberto Pogliano, Giovanni Vecchina, Oliviero Vojak (II)



Risultati stagione 1930-1931
DATAPARTITARisultato
domenica 28 settembre 1930Juventus-Pro Patria4-1
domenica 5 ottobre 1930Milan-Juventus0-3
domenica 12 ottobre 1930Juventus-Casale2-0
domenica 19 ottobre 1930Pro Vercelli-Juventus1-3
domenica 26 ottobre 1930Juventus-Roma3-2
domenica 2 novembre 1930Genoa-Juventus0-3
domenica 9 novembre 1930Alessandria-Juventus2-3
domenica 16 novembre 1930Juventus-Legnano1-0
domenica 23 novembre 1930Juventus-Napoli1-2
domenica 30 novembre 1930Triestina-Juventus0-0
domenica 7 dicembre 1930Juventus-Bologna2-0
domenica 14 dicembre 1930Juventus-Torino2-0
domenica 21 dicembre 1930Lazio-Juventus2-1
domenica 4 gennaio 1931Modena-Juventus1-2
domenica 11 gennaio 1931Juventus-Brescia3-0
domenica 18 gennaio 1931Inter-Juventus2-3
domenica 1 febbraio 1931Juventus-Livorno4-1
domenica 8 febbraio 1931Pro Patria-Juventus1-3
domenica 15 febbraio 1931Juventus-Milan3-3
domenica 1 marzo 1931Casale-Juventus0-1
domenica 8 marzo 1931Juventus-Pro Vercelli5-1
domenica 15 marzo 1931Roma-Juventus5-0
domenica 22 marzo 1931Juventus-Genoa4-1
domenica 5 aprile 1931Juventus-Alessandria4-1
domenica 26 aprile 1931Legnano-Juventus1-2
domenica 3 maggio 1931Napoli-Juventus1-2
domenica 10 maggio 1931Juventus-Triestina4-0
domenica 24 maggio 1931Bologna-Juventus4-0
domenica 31 maggio 1931Torino-Juventus1-1
giovedì 4 giugno 1931Juventus-Modena4-1
domenica 7 giugno 1931Juventus-Lazio3-1
domenica 14 giugno 1931Brescia-Juventus1-1
domenica 21 giugno 1931Juventus-Inter1-0
domenica 28 giugno 1931Livorno-Juventus1-1



Classifica del Campionato 1930-1931
SquadraGarePuntiVPSGol/FGol/S
1JUVENTUS 345525547937
2Roma 345122758731
3Bologna 344821678133
4Genoa 344722395847
5Inter 3438158116045
6Napoli 3437181155449
7Torino 3436148125243
8Lazio 3435155144444
9Brescia 3434138135155
10Pro Vercelli 3433137146060
11Modena 3433145156166
12Milan 3431127154853
13Alessandria 3426106185267
14Triestina 342589173255
15Pro Patria 342387193761
16Casale 342185213164
17Livorno 342068203471
18Legnano 341967213070

Nessun commento: