giovedì 19 dicembre 2013

Juve ai quarti di Coppa Italia: 3-0 all'Avellino

Un ricamo di Giovinco, una scivolata di Cáceres e un colpo di testa di Quagliarella: la Juve risolve in poco più di mezz'ora la pratica Avellino messa in campo e supera il turno di Coppa Italia. La versione 'di scorta' della squadra bianconera messa in campo da Conte batte 3-0 gli irpini e si regala i quarti di finale della competizione che il 21 gennaio disputerà contro la vincente della sfida tra Roma e Sampdoria, in programma il 9 del mese prossimo. Titolari a riposo, visto l'avversario non irresistibile: la Juve è rivoluzionata, a Giovinco il compito di trascinarla. E la punta juventina sfrutta l'occasione dopo sei minuti, al primo tiro in porta: Quagliarella ruba palla a Togni, centrocampista brasiliano vecchia conoscenza di Conte ai tempi dell'Arezzo, servizio per il numero 12 bianconero che di destro a giro fulmina Di Masi per il vantaggio Juve. Il raddoppio arriva con Cáceres, che ribadisce in rete una punizione di Giovinco messa in area, stessa dinamica per il tris con Quagliarella che di testa sul primo palo sorprende il portiere avversario. L'attacco c'è e funziona, un po' meno il centrocampo dove Marchisio è ancora lontano dalla forma migliore: avrà abituato troppo bene, ma il principino bianconero (stasera capitano) latita in personalità e presenza in zona gol. Ripresa che è poco più di un allenamento: Conte regala l'ingresso in campo a Bouy prima di mandare a riscaldare Pepe, salutato dallo Stadium con affetto. È la partita migliore per rivederlo in campo, anche solo per una manciata di minuti, una decina, concessi all'ala destra bianconera che entra insieme a Lichtsteiner. L'Avellino conclude qui la sua avventura, supportata da un pubblico caldissimo applaudito anche dallo Stadium: «Tornerete in Serie A», l'augurio lanciato dalla tifoseria bianconera e ringraziato con gli applausi del settore ospite. (Tuttosport.com - Vladimiro Cotugno)

Nessun commento: