martedì 10 dicembre 2013

Juve, caccia alla vittoria nella Istanbul innevata

Le previsioni meteo per Galatasaray-Juventus, regalano una prospettiva relativamente nuova: l'inferno bianco... La bolgia turca raffreddata da una leggera nevicata, attesa per il tardo pomeriggio e per la serata e da temperature al di sotto dello zero. La Juventus non cambia troppo clima, dunque, e dopo aver assaggiato il terreno della Turk Telekom Arena nel tardo pomeriggio, è tornata in albergo, dove la situazione appare tranquilla. Nessun disturbatore notturno e relativa calma anche nei dintorni dell'hotel. Conte, per il momento, vuole una vittoria. Sì, è vero che basta un pareggio, ma il tecnico conosce i suoi polli e sa che non sanno fare calcoli. Meglio buttarla fin dal primo minuto sull'intensità totale tipica della Juve di Conte e spegnere il prima possibile i bollori turchi. Giocano i titolari, a partire dalla difesa che sull'onda dell'entusiasmo delle sette partite senza subire gol in campionato, vuole centrare la prima senza prenderne in Champions, finora una sciagura per la retroguardia bianconera. Davanti ci saranno Tevez e Llorente, in mezzo i soliti senza Pirlo, ma con un Pogba caricatissimo dal Golden Boy e Vidal in uno stato di grazia. Il Galatasaray risponde con la migliore formazione possibile, un Drogba smanioso di segnare il suo quarto gol alla Juventus, Felipe Melo in regia e Inan, centrocampista alla Vidal, in versione attaccante aggiunto. Torna Sneijder, non al massimo, ma comunque pupillo di Mancini che spera comunque nell'idolo di casa Burak Iylmatz. (Tuttosport.com - Guido Vaciago)

Nessun commento: