domenica 15 dicembre 2013

Juve: Tevez, Llorente e Quaglia si giocano due maglie

Tevez, Quagliarella e Llorente: tre per due maglie. E' questo il dubbio di Conte mentre vara l'operazione Juve-Sassuolo, quella della “rinascita”. O meglio, se non proprio rinascere, i bianconeri devono quantomeno «risollevarsi dopo una pesante caduta». Conte che sottolinea come l’eliminazione dalla Champions non possa essere etichettata come un fallimento, Conte che vuole subito voltare pagina: «Nè passato, nè futuro: pensiamo al presente, cioè al Sassuolo». E i pensieri, le elucubrazioni, i ragionamenti circa la sfida in programma oggi pomeriggio alle 18:30 allo Stadium non mancano. Dettati dalla necessità di fornire risposte caratteriali, ma anche da quella di sopperire a defezioni e acciacchi. Niente Pirlo, infortunato, e niente Marchisio, squalificato. E poi ci sono Vucinic e Giovinco alle prese con fastidi e contusioni. Nella seduta d’allenamento di ieri mattina Conte ha dunque sperimentato alcune soluzioni utili a sgombrare gli ultimi dubbi. L’emergenza-centrocampo sarà risolta con il ritorno alle origini di Kwadwo Asamoah, che formerà il trio centrale di mediana con Pogba (“alla Pirlo”) e Vidal. Sulle corsie esterne, dunque, spazio a Lichtsteiner a destra e Padoin (in vantaggio su De Ceglie) a sinistra, laddove di solito giostra il ghanese. In attacco, invece, spazio a Tevez («Valuto positivamente la sua prima parte di stagione, anche se non ha fatto gol in Champions») e probabilmente Quagliarella, in leggero vantaggio nel ballottaggio con Llorente, ma non è da escludere che alla fine non riposi proprio Tevez. In difesa si va verso la riconferma di Barzagli, Bonucci e Chiellini, a protezione di Buffon. (Tuttosport.com - Fabio Riva)

Nessun commento: