giovedì 12 dicembre 2013

Juve, Conte: «La rabbia sfoghiamola sul campo»

Oggi pomeriggio, alle 14, la Juventus si ritroverà a Vinovo. Ieri in serata è atterrata a Torino con un bagaglio di rabbia, frustrazione e delusione. Espressioni cupe, poca voglia di scherzare e anche di analizzare. L'analisi sarà fatta nello spogliatoio, dove ripartirà la nuova stagione bianconera. Non si ricomincia proprio da zero, perché la Juventus è prima in classifica e l'obiettivo più vicino è la difesa del primato dall'assalto della Roma: domenica alle 18.30 c'è la sfida con il Sassuolo e Conte partirà proprio da lì. (Il match tra Juventus e Sassuolo, che si sarebbe dovuto disputare sabato alle 20.45 è stato spostato a domenica alle 18.30, questa la decisione della Lega Calcio). "Dobbiamo sfogare la nostra rabbia in campo". La bravura del tecnico è sempre stata quella di riuscire a canalizzare i sentimenti dei suoi giocatori in modo che alimentassero il turbo delle motivazioni. La rabbia Champions deve diventare benzina, da bruciare subito. E Conte, nel suo discorso di oggi, punterà molto su questo. Conte sa che, in momenti come questi, è forte il rischio di sbandare. Per cui la parte fondamentale del suo discorso sarà impostata per dare la nuova direzione alla squadra: il terzo scudetto consecutivo deve diventare la stella polare dei bianconeri e la finale di Europa League, da giocare proprio allo Juventus Stadium, sarà l'orizzonte. E' come se fosse di nuovo agosto: con l'eliminazione in Champions inizia una stagione diversa, da riprogrammare anche a livello di preparazione (Conte ne ha già parlato con il suo staff) e da aggredire con l'entusiasmo di chi incomincia, non con l'affaticata delusione di chi ha appena finito qualcosa. Nella cataclismatica trasferta turca, se non altro, non si è fatto male nessuno. E Conte riprende gli allenamenti con la sola, pesante, assenza di Pirlo. Ma anche il resista, la cui mancanza non sarà mai troppo rimpianta, sta iniziando una nuova fase del suo recupero, con la speranza di fare una sorpresa a tutti dopo le vacanze di Natale. (Tuttosport.com - Guido Vaciago)

Nessun commento: