mercoledì 11 dicembre 2013

Galatasaray-Juve alle 14. Ma a Istanbul nevica ancora

Galatasaray-Juventus si giocherà questo pomeriggio alle 14 in Italia (le 15 in Turchia). La partita riprenderà dal 31', momento in cui era stata sospesa, con il risultato di 0-0 e Marchisio ammonito. La decisione presa ieri notte, dopo un assurdo balletto di orari, è stata confermata anche questa mattina dopo la riunione per la sicurezza, iniziata alle 9 ora locale. Ha nevicato a lungo nella notte e Istanbul si è risvegliata sotto trenta centimetri di neve e in questo momento si alterano in modo quasi surreale il sole e la neve sulla città. E secondo le previsioni meteo locali, la "tregua" dovrebbe durare fino alle 5 del pomeriggio. Insomma, se la precisione con la quale avevo previsto la nevicata di ieri viene confermata, gli ultimi sessanta minuti di partita sarebbero salvi. Sì, perché la nevicata che ha bloccato la partita di ieri sera era stata ampiamente prevista (i principali siti meteo la segnalavano da venerdì) eppure nessuno sembrava pronto all'evenienza, quando già nel pomeriggio la neve era iniziata a scendere. Nel bellissimo impianto del Galatasaray, un cinque stelle Uefa, inaugurato nel 2011 come lo Stadium della Juventus, si sono mobilitati solamente una decina di spalatori quando l'arbitro aveva deciso di sospendere solo temporaneamente la partita per pulire il campo. Venticinque minuti dopo, però, la situazione non era migliorata, da qui la decisione di rinviare la partita a oggi, spiegata più tardi dall'Uefa: "Non c'erano le condizioni per garantire l'incolumità sportiva dei giocatori". L'Uefa si è riservata di cambiare orario anche all'ultimo momento se le condizioni del campo non fossero buone. E a quel punto potrebbe succedere di tutto, anche se il rinvio alla prossimo settimana sembra da escludere. Nel frattempo la Juventus ha iniziato un'altra trattativa, quella con la Lega di Serie A per spostare la partita con il Sassuolo, che da programma si giocherebbe sabato alle 20.30. Nel corso della giornata si saprà qualcosa di più preciso. (Tuttosport.com - Guido Vaciago)

Nessun commento: