domenica 1 dicembre 2013

Conte: «Vittoria esaltante. I cambi? Ho rischiato»

"Llorente e Buffon "santi"? Sì, ma anche Brkic": Antonio Conte si gode la vittoria la 91' e rivendica i meriti dei suoi ragazzi. "È stata una partita esaltante, uno sport per il calcio tra due squadre che volevano vincere", dice l'allenatore bianconero ai microfoni di Sky. "Ci abbiamo creduto e abbiamo rischiato, senza dimenticare che tre giorni fa abbiamo giocato in Champions". "Tutte le partite hanno la loro importanza e la loro valenza - aggiunge Conte - se contro il Livorno non avessimo vinto non saremmo andati in testa e oggi non avremmo allungato. Non dimentichiamo che la Roma tre giornate fa era a +5. Ho aspettato fino a un quarto d'ora dalla alla fine per giocarmi il tutto per tutto. Tra pareggio e sconfitta c'è solo un punto di differenza, quindi ho preferito giocarmela con un attaccante in più. Non era una mossa studiata ma l'avevo prevista una partita bloccata per fare entrare un attaccante con tre centrocampisti e cercare il tutto per tutto. Un punto o zero cambia niente, con tre punti invece cambia molto", ha concluso Conte che si mostra ottimista su Pirlo, uscito anzitempo: "Ci auguriamo che Andrea non si sia fatto male in maniera importante, ci auguriamo che non sia una distorsione ma una botta al ginocchio. È un giocatore importante e non dobbiamo certo aspettare l'infortunio per dirlo. Voglio essere ottimista, Andrea è un campione e quindi cercherà di essere a disposizione da subito".

Nessun commento: