venerdì 15 novembre 2013

Juve, Pepe: «Tra una settimana torno in gruppo»

"Se tutto procede così, giovedì prossimo dovrei essere con la squadra". Simone Pepe, come ha spiegato lui stesso a Sky, non mette "piede in campo da 362 giorni", continua a essere un beniamino della gente. Il popolo bianconero fa un tifo indiavolato per lui, spinto magari dal risvolto umano della vicenda, ma anche dal chiodo fisso che, con lui in campo, la Juventus sarebbe oggettivamente più forte. D'altra parte, questo è pure il pensiero di Antonio Conte che sulla duttilità tattica di Pepe aveva costruito il frizzante 4-3-3 della sua prima stagione. Pepe è alle prese, da più di un anno, con un grave problema muscolare che sembra non arrivare mai alla soluzione: "La scorsa estate ho avuto un grave problema al flessore della coscia sinistra, dopo l'operazione sembrava tutto risolto mai poi sono sorte delle complicazioni: sul muscolo si era creata una cicatrice di 12 cm e questo problema mi ha creato i successivi tormenti. In questi mesi il dubbio di smettere del tutto mi era venuto, non posso negarlo, ma ora che ci sono buone chance di rientro non voglio pensarci. Non posso pensarci, la voglia c'è ancora ed è tanta. E poi dalla società, dal presidente a tutti mi sono stati vicini in questo periodo. Il tifoso juventino è veramente stato eccezionale con me. Da 362 giorni manco dal campo, ma a Vinovo son mancato in quest'anno solo per le risonanze alle quali mi son dovuto sottoporre, c'è chi può testimoniare tutto questo. Vedere nei 4 mesi in cui son rimasto fermo del tutto gli allenamenti dei miei compagni è stata durissima. Li ho visti tutti questi allenamenti, per un giocatore è logorante tutto questo. C'è gente mi scrive e mi chiede come sto e quando rientro, questi sono attestati di stima che fanno piacere. Anche la società me ne ha esternati diversi in questo periodo, l'abbraccio di Vidal dopo il gol scudetto al Palermo è stato qualcosa di molto bello". Pepe, parlando con Sky, è prudente: "Non posso però sbilanciarmi sui tempi di rientro, ora sto bene e corro, valuteremo giorno per giorno e poi decideremo".

Nessun commento: