giovedì 17 ottobre 2013

Juve, Pirlo: rinnovo rimandato al 2014

Prima a Firenze per lo scudetto (domenica), poi a Madrid per la Champions League (mercoledì). Due big match ravvicinati, antipasto di lusso del secondo ciclo di ferro stagionale, che Andrea Pirlo si prepara a vivere da protagonista. Due tappe che non saranno decisive per il suo contratto (in scadenza a giugno), ma utili sì. Tanto al centrocampista, quanto alla dirigenza. Il rapporto tra le parti è ottimo e l’ad Giuseppe Marotta non perde occasione per sottolinearlo. Marotta e l’entourage di Pirlo, ovviamente in accordo col giocatore, dopo i primi sondaggi non andati a buon fine (c’era distanza sia sulla durata, sia sulla parte economica), hanno deciso di comune accordo di rimandare la trattativa al 2014. Tempo durante il quale Pirlo è convinto di dimostrare di essere ancora un giocatore non solo importante, ma anche fondamentale per questa Juventus. Quindi meritevole di un contratto con certe cifre. Il regista e il suo agente, ovviamente, in questi mesi hanno ricevuto avances un po’ da tutti gli angoli, in modo particolare dall’Inghilterra. La risposta del bianconero è sempre stata la stessa: la precedenza ce l’ha la Juventus. Ma sarà così soltanto fino all’inizio dell’anno nuovo, quando le parti si vedranno e decideranno se allungare il matrimonio o separarsi consensualmente dopo anni di trionfi.

Nessun commento: