sabato 5 ottobre 2013

Chiellini: «Contro il Milan sarà la partita della verità»

Vera Juve cercasi. I risultati dell'inizio di stagione stanno dando ancora ragione ai bianconeri ma qualche distrazione di troppo ha fatto suonare il campanello d'allarme a Vinovo. Così anche Giorgio Chiellini ammette: "In questo momento non siamo la miglior Juve degli ultimi due anni, non sono ottuso, ma ci vogliono più ampie vedute. Troppe volte ci sono eccessi nei giudizi, li trovo un pò esagerati". Consapevolezza del momento, ma anche maggiore equilibrio, dunque. "Mercoledì in 30 secondi abbiamo rovinato lo sforzo fatto, dispiace per come è maturato il risultato con il Galatasaray, ma si passa velocemente dalle stelle alle stalle nelle valutazioni. Stiamo facendo comunque un percorso positivo. Ricordiamoci che anche l'anno scorso con Siena e Shakhtar Donetsk avevamo vinto o pareggiato partite in maniera a dir poco fortunata ". L'occasione per scacciare i fantasmi arriva subito: domenica sera c'è il Milan. "Siamo diventati prevedibili? Nell'ultimo mese abbiamo incontrato squadre che hanno rinunciato a giocare per limitarci. Stiamo lavorando per cercare di cambiare qualcosa. Vogliamo migliorare in fretta, le prossime con Milan e Fiorentina sono due partite verità. Con i rossoneri sarà una prova di forza che deve farci capire lo stato attuale della squadra".

Nessun commento: