mercoledì 30 ottobre 2013

Calciopoli, appello: chiesti 3 anni e 1 mese per Moggi

Tre anni e un mese di reclusione per l'ex direttore generale della Juventus Luciano Moggi e pena di 3 anni per gli ex designatori arbitrali Paolo Bergamo e Pierluigi Pairetto e per l'ex vice presidente della Figc, Innocenzo Mazzini. Sono le richieste del sostituto procuratore generale Antonio Ricci nell'appello di Calciopoli. Moggi, Mazzini, Pairetto e Bergamo sono tutti promotori di una associazione per delinquere finalizzata alla frode sportiva. In primo grado tale ruolo era stato attribuito al solo Luciano Moggi. L'accusa, che ha accolto tutte le richieste di Appello della Procura, ha chiesto anche la condanna a 2 anni e 5 mesi di reclusione per gli ex arbitri Massimo De Santis e Paolo Bertini imputati di frode sportiva, avendo rinunciato alla prescrizione. Sempre per frode sportiva è stata chiesta la pena di 1 anno e 3 mesi per l'ex arbitro Antonio Dattilo. Gli imputati per i quali il sostituto procuratore generale Antonio Ricci ha chiesto il non luogo a procedere per intervenuta prescrizione sono: il patron della Fiorentina Diego Della Valle e suo fratello Andrea, il presidente della Lazio Claudio Lotito, l'ex ds del Messina Mariano Fabiani, il presidente della Regina Lillo Foti, l'ex arbitro Salvatore Racalbuto, l'ex dirigente della Fiorentina Sandro Mencucci, l'ex dirigente del Milan Leonardo Meani, gli ex guardalinee Puglisi e Titomanlio.

Nessun commento: