martedì 24 settembre 2013

Juve, Tevez può riposare. Si scalda allora Giovinco

Rinunciare a Tevez è durissima, ma Conte stesso nel dopo Verona ha sottolineato come pure «Carlos abbia bisogno di riposo per non finire in barella...». La rotazione inaugurata a Copenaghen continua e domani, nel match del Bentegodi contro il Chievo, potrebbe riguardare l’Apache. Giornata propizia, visto che i prossimi appuntamenti in calendario sono il derby col Toro (domenica a pranzo), il big match di Champions contro il Galatasaray (mercoledì prossimo) e quello di serie A contro il Milan (domenica 6 ottobre). Il tecnico bianconero deciderà all’ultimo, ma al momento l’idea sarebbe quella di lanciare Sebastian Giovinco dal primo minuto e inserire l’argentino al massimo a partita in corso. Per l’altro posto in attacco Fernando Llorente, subito in gol al debutto da titolare contro il Verona, sembra in vantaggio su Mirko Vucinic e Fabio Quagliarella. Dubbi e cambi anche negli altri settori. Sulla fascia destra è pronto a rientrare Stephan Lichtsteiner, a sinistra Kwadwo Asamoah è in vantaggio su Federico Peluso. Ma Conte in queste ore sta pensando soprattutto se lanciare Claudio Marchisio dal primo minuto dopo il buon spezzone di domenica, il primo dopo l’infortunio del 18 agosto in Supercoppa. In quel caso, più che Andrea Pirlo, risparmiato per mezzora scarsa nel finale col Verona e candidato dal primo minuto per stessa ammissione del tecnico bianconero, il sacrificato potrebbe essere uno tra Arturo Vidal e Paul Pogba. In difesa Gigi Buffon e Giorgio Chiellini si riprenderanno i rispettivi posti.

Nessun commento: