sabato 14 settembre 2013

Conte: «Inter-Juve importante soprattutto per loro»

Antonio Conte parla alla vigilia della sfida della Juventus all'Inter a San Siro: «Somiglianze tra la prima Inter di Mazzarri e la prima Juve di Conte? Loro, come noi allora, vengono da due stagioni molto negative e quest'anno possono lavorare ogni settimana su rosa, organizzazione, tutti gli aspetti necessari, senza considerare che senza l'Europa il livello di infortuni si abbassa in maniera decisiva. Ma l'anno scorso noi siamo stati sconfitti 3-1 nel nostro stadio e loro si sono candidati con quella vittoria ad essere i nostri antagonisti per lo Scudetto, per cui non partivano certo da una rosa scarsa. Poi il campionato è fatto di 38 partite e lì c'è stata differenza tra noi e loro. Ma la base su cui lavorare nel loro caso è ottima. Di noi due anni fa si diceva che eravamo da sesto posto, che il mercato era sbagliato e poi il campo ha dimostrato il contrario. Mi auguro che non succeda la stessa cosa con loro». «Vucinic e Barzagli? Manca ancora un allenamento, poi valuteremo insieme con i ragazzi: le riflessioni vanno fatte ascoltandoli, davanti abbiamo un ciclo di sette partite in pochissimo tempo. E comunque sappiamo che dietro di loro c'è gente che sta bene, che sta facendo bene e si sta allenando allo stesso modo. Ci sono dei giocatori che hanno dimostrato negli anni una certa titolarità e se stanno bene giocano. Ma in campo scenderanno i migliori, come sempre. Quagliarella, Llorente, Vucinic, Tevez, Giovinco, stanno tutti sullo stesso piano, poi io devo fare delle scelte e le faccio per il bene della squadra».

Nessun commento: