domenica 11 agosto 2013

Juve in 7mila a Villa Perosa: vincono i bianconeri 'A' 4-1

C’erano 6.500 tifosi. C’era la memoria dell’Avvocato che avvolgeva l’atmosfera, campeggiando dalle gigantografie o anche dalle magliette dei tifosi. C’era la storia juventina che si celebrava con il rito antico dell’abbraccio fra la squadra e il suo popolo. C’era Tevez ad appassionare con le sue azioni e la sua generosità nel firmare autografi. E c’era Platini. Sì anche Michel, che di storia bianconera ne ha scritte diverse pagine, ha voluto esserci per una ricorrenza particolare: la decima Villar senza Giovanni Agnelli, scomparso nel 2003 e ricordato dal presidente dell’Uefa con un blitz in Val Chisone. Ci ha pensato l’elicottero di John Elkann a portarlo dalla Costa Azzurra a Villar nella mattinata. Michel è atterrato, è andato a visitare la tomba dell’Avvocato, ha stretto la mano alla squadra a Villa Agnelli, poi è tornato in Francia. Niente partita per lui. Quella se la sono goduta gli accaldati e caldissimi tifosi. E’ finita 4-1 per la prima squadra, con i gol di Vidal, Bonucci, Tevez, Quagliarella e Josipovic per la Primavera. Tevez ha brillato, entrando nelle azioni dei primi tre gol. Interessante solo per la curiosità l’esperimento di Pogba a destra. Mentre si segnalano in forma Vidal e Asamoah, le cui gambe girano bene. Un po’ opaco Chiellini, ma è imballato e una partita come questa non può essere indicativa. Non è neppure durata novanta minuti, visto che i tifosi hanno invaso il campo al 35' del secondo tempo, un minuto dopo il 4-1 di Quagliarella. Un finale concitato, ma comunque festoso per una giornata di puro orgoglio gobbo.

Nessun commento: