domenica 25 agosto 2013

Juve, domenica di riposo. Si riprende lunedì

La quiete dopo la tempesta. La tempesta è quella che ha colpito Genova ieri sera, bagnando senza sosta il campo del Luigi Ferraris e i giocatori, senza però riuscire a fermare i bianconeri, capaci di espugnare Marassi e tornare a Torino con i tre punti. La quiete è quella, meritatissima, che si godranno oggi gli uomini di Conte: il tecnico, dopo la vittoria contro la Sampdoria, ha concesso alla squadra un giorno di risposo. Gli allenamenti riprenderanno lunedì, quando la Juve inizierà a mettere nel mirino la Lazio, contro cui, sabato 31 agosto, inaugurerà la stagione allo Stadium. Ecco alcune statistiche della partita di ieri: 69% di possesso palla, 11 conclusioni di cui 7 partite da dentro l’area di rigore e 4 nello specchio della porta, contro un solo tiro tra i pali degli avversari. 563 passaggi effettuati, contro 242, meno della metà. Di questi, nonostante un campo impietoso, l’87,2% sono andati a segno. Sono solo numeri certo, ma certificano non solo il dominio della Juventus sulla Sampdoria, ma anche l’assoluta qualità del gioco della squadra di Conte, capace di mantenere una lunghezza media di neanche 40 metri e un baricentro decisamente alto, oltre i 55 metri. Basta vedere le statistiche individuali per rendersi conto di quanto i giocatori di Conte. Barzagli, Chiellini, Bonucci, Pirlo, Lichtsteiner e Vidal: la voce “passaggi riusciti” parla solo bianconero e anche per quanto riguarda i tiri in porta la Juve la fa da padrona, con i due tentativi a testa di Asamoah, Vidal e Tevez. L’argentino stupisce per la facilità con cui si è subito inserito nei meccanismi, ma sicuramente avere un compagno di reparto come Vucinic, autore di 5 sponde aiuta. Per non parlare di Pirlo, che con i suoi 9 lanci e 3 assist, si conferma il faro del gioco bianconero.

Nessun commento: