domenica 18 agosto 2013

Conte: «Non c’è una favorita, vinca il migliore».

«Mi fido di questa squadra, sono sereno per la sfida di domani». Antonio Conte non ha paura della Lazio e vuole fortemente conquistare il primo trofeo stagionale, quella Supercoppa già conquistata lo scorso anno. «Questo è il mio terzo anno in bianconero, sarebbe grave se non fosse la mia Juve. Veniamo da un mese di preparazione e oggi non sarà facile ma mi fido totalmente di questi ragazzi che mi hanno permesso di vincere due scudetti». La pausa per l'amichevole della Nazionale non ha fatto felice Conte. «Preparare la Supercoppa in soli tre giorni a un tecnico non fa fare mai salti di gioia. L'impegno della Nazionale non mi ha rallegrato in maniera eccezionale. Devo dire, però, che la stessa cosa è capitata anche a Petkovic. Da questo punto di vista si parte alla pari, senza alibi da nessuna delle due parti». La Supercoppa è anche un banco di prova per capire una Juve che nelle amichevoli estive ha lasciato qualche perplessità: «Se perdiamo in America, non vuol dire che siamo in crisi. L'importante è che le sconfitte non ci abbattino ma ci facciano lavorare con maggior convinzione. Ricordo che abbiamo vinto due scudetti di fila. Io sono tranquillo. Ci giochiamo un trofeo importante e vorremmo rivincerlo anche quest'anno contro una squadra sulla quale nutriamo il massimo rispetto». Sarà Rocchi a dirigere la finale di Supercoppa tra Juve e Lazio in programma domani sera allo stadio Olimpico di Roma. Lo ha reso noto la Lega Calcio. Arbitro: Rocchi Gianluca, assistenti: Di Liberatore Elenito e Cariolato Gianluca, IV° uomo: Mazzoleni Paolo. Arbitri Addizionali: Banti Luca e Damato Antonio, assistente di riserva: Padovan Andrea.

Nessun commento: