sabato 20 luglio 2013

Juve, Zuniga-Napoli: rottura. Bianconeri in agguato

Tra il Napoli e Camilo Zuniga è rottura totale. Se già il colombiano non aveva intenzione di rinnovare con il club azzurro, prediligendo la soluzione Conte alla prospettiva di una stagione alle dipendenze di Rafa Benitez , nelle ultime ore, se possibile, la determinazione dell’esterno si è fatta ancora più marcata. Il problema è che la decisione del laterale, ormai lampante, fa a pugni con la strategia del Napoli, che per cedere il giocatore continua a chiedere cifre da capogiro. Una richiesta (15 milioni di euro), che pare avere i contorni della provocazione, più che della reale volontà dei partenopei di arrivare a un’accordo per il passaggio di Zuniga alla Juventus. Da parte sua l’ad bianconero Beppe Marotta , per un calciatore con il contratto in scadenza tra un anno, è disposto a investire per accontentare il tecnico pugliese, ma senza superare i 5, 6 milioni per il cartellino. Ai quali andrebbero aggiunti i 10 milioni per i prossimi 4 anni già stanziati per il giocatore. In condizioni normali il Napoli, anche per non avviare la stagione con un elemento tenuto in rosa controvoglia, potrebbe agevolare la trattativa abbassando e di parecchio le proprie richieste. Peccato che in questo momento il club campano, arricchito dalla cessione di Edinson Cavani al Psg per 64 milioni di euro, possa permettersi il lusso di non guardare ai denari, nel caso arroccandosi dietro a questioni di principio. In teoria spingendosi alle estreme conseguenze: tenere fermo Zuniga per una stagione e poi liberarlo a parametro zero. Una possibilità che sicuramente attraversa i pensieri dei vertici dirigenziali napoletani, ma che probabilmente non fa compiere salti di gioia a Benitez. Il tecnico spagnolo tornato in serie A per conquistare la considerazione dell’Italia, dopo l’esperienza fugace a Milano sponda Inter (il tempo di vincere una coppa del Mondo per club prima di dare l’addio alla banda nerazzurra), preferirebbe iniziare la stagione senza musi lunghi o giocatori tenuti ai margini del progetto. Un rischio concreto, se in questa sessione di mercato Juventus e Napoli non troveranno una soluzione. Il primo a essere consapevole della possibilità che si concretizzi la peggiore delle situazioni possibili, per tutte le parti in causa, è lo stesso Zuniga.

Nessun commento: