mercoledì 24 luglio 2013

Juve, si tratta per avere Biabiany

La Juve non si accontenta della metà di Biabiany . Lo vuole tutto. La metà della Samp e l’altra metà del Parma. Quindi si sta trattando a tre con buone, anzi ottime, possibilità di chiudere. Con gli emiliani ci sono diverse opzioni: la comproprietà di Marrone oppure tutto il cartellino di Fausto Rossi . Il Parma, dal canto suo, vorrebbe il cinquanta per cento di Marrone e il prestito del centrocampista che lo scorso anno ha giocato a Brescia. Dettagli, dunque, le basi sono buone, resta solo da capire quando le due parti si incontreranno. E’ possibile già questa settimana, nella peggiore delle ipotesi sarà la prossima. I contatti telefonici, comunque, sono costanti anche se ieri Leonardi , il direttore generale degli emiliani, ha dichiarato che il francese è incedibile e nell’ultimo periodo non ha più sentito Marotta . Strategie di mercato, ovvio: in questo momento conviene muoversi sotto traccia. E poi via a chiudere con la Samp per l’altra metà: in cambio ai blucerchiati verrà offerta la metà di De Ceglie e il contributo sull’acquisto di un giovane attaccante croato. Sarà un’operazione in comune. Juve e Samp hanno intenzione di collaborare sul mercato dei giovani stranieri, i rapporti tra Edoardo Garrone e Beppe Marotta sono ottimi. Anche se in qualche modo i blucerchiati vogliono ammortizzare i tre milioni e mezzo spesi a suo tempo per avere Biabiany dall’Inter. Si troverà una soluzione. Si sta lavorando per portare De Ceglie alla Sampdoria: nei giorni scorsi il giocatore ha ricevuto, su autorizzazione bianconera, la chiamata di un emissario blucerchiato: al terzino valdostano è stato fatto notare che a Genova avrebbe la possibilità di giocare con continuità ed essendo l’anno dei mondiali potrebbe puntare ad una maglia azzurra: discorso che a quanto sembra è stato percepito con entusiasmo. La Sampdoria punta forte su di lui, Delio Rossi lo ha inserito al primo posto nella lista della spesa, e tutto questo ha fatto piacere al giocatore. Oltretutto la Samp è disposta a riconoscergli l’ingaggio che percepisce a Torino: però spalmato in un anno in più di contratto. Insomma, sono stati fatti importanti passi avanti.

Nessun commento: