venerdì 19 luglio 2013

Isla, stop Juve. Quagliarella e Leali dove vanno?

Non si sblocca la trattativa per Mauricio Isla. Il contatto tra Juve e Udinese per i dettagli si è concluso con un nuovo rinvio. Anche perché Conte pare aver deciso di non lasciar andare via il cileno (a una concorrente) finché non avrà certezze sul sostituto (Zuniga). Se l'affare dovesse restare impantanato l'Inter potrebbe dirigersi altrove. Per Quagliarella c'è la fila. Norwich e Southampton dalla Premier League, lo Zenit di Spalletti, le sirene dalla Liga, sono tante le pretendenti che hanno presentato offerte, finora respinte al mittente, per l'attaccante bianconero. La Juve deve vendere, ma non vuole svendere: per cui sia il Norwich che la Lazio, ultima arrivata, con la loro offerta di 6 milioni e mezzo per il cartellino sono state ascoltate e rigettate da Marotta. Perché Quaglia non vorrebbe andarsene e Conte non vorrebbe privarsene: se deve accadere, deve essere fatto al meglio. Nel libro delle uscite di quest'anno, un capitolo a parte va dedicato ai giovani portieri della Juventus. Timothy Nocchi si è accasato al Carpi, in prestito con diritto di riscatto, ma in molti aspettano la decisione del club bianconero per quanto riguarda Nicola Leali, il talento che per continuare a crescere ha bisogno di giocare con continuità. Lo ha fatto al Lanciano lo scorso anno, dove si è messo in evidenza da assoluto protagonista tanto da essere votato miglior portiere del campionato, dovrà farlo anche questa stagione: per questo la Juve valuta le varie opzioni, sia in Serie A che nel campionato cadetto. E se il Bari sembra allontanarsi, lo Spezia si fa viva per il prestito, mentre in A il Sassuolo non molla la presa e il Cagliari si fa vivo, anche per una comproprietà: aprire un canale con la società sarda potrebbe essere utile anche per eventuali operazioni successive tra le due squadre.

Nessun commento: