mercoledì 5 giugno 2013

Llorente, farà le visite mediche dopo il 1 luglio

Prima emarginato, poi ripescato e infine nuovamente escluso. Fernando Llorente ha vissuto tutto questo negli ultimi dieci mesi a Bilbao. Da grande professionista ha incassato freddamente fischi e insulti, convinto che il primo giugno (ovvero l’ultima partita di Liga con l’Athletic) sarebbe arrivato in fretta e da quel giorno sarebbe cominciata la nuova vita. Calcoli logici, sulla carta. Meno nei fatti. Già, per il nuovo attaccante juventino (ingaggiato a parametro zero e già annunciato lo scorso gennaio) il conto alla rovescia non è ancora finito, visto che - a meno di cambi di programma - per le visite mediche dovrà attendere la chiusura ufficiale della sua avventura in biancorosso. Non un giorno di meno. Quella che per i giocatori a parametro zero di solito è una pura formalità (vedi i precedenti degli anni scorsi di Pirlo , Ziegler , Pazienza , tutti “testati” quando non erano ancora ufficialmente bianconeri) con Llorente sta assumendo caratteri diversi. Anticipare i tempi, sottoponendo lo spagnolo ai tradizionali test fisici, non sembra un’idea troppo gradita dalle parti di Bilbao, società molto attenta alla forma e tutt’altro che elastica. Proprio per queste ragioni in corso Galileo Ferraris sembra prevalere la volontà di non urticare l’umore del presidente Josu Urrutia, rimandando direttamente le visite mediche al primo luglio, quando Llorente diverrà ufficialmente un giocatore della Juventus. Il condizionale però è d’obbligo. Il motivo? Perché esiste già una camera prenotata a nome Jesus Miguel Llorente, il fratello-agente del giocatore basco. E in ogni caso, visto che l’accordo è già stato trovato da tempo, non stupirebbe se il neocentravanti della Juve avesse deciso di trascorrere qualche giorno a Torino insieme al fratello esclusivamente per approfondire la conoscenza del mondo Juve e della sua nuova città. La ricerca dell’abitazione è iniziata da qualche mese. L’entourage di Llorente ha valutato diversi alloggi, alcuni nel centro storico, dove risiede la maggior parte dei nuovi compagni. Particolarmente apprezzato un appartamento nei pressi di via Roma. Tra le proposte al vaglio anche soluzioni in precollina e collina.

Nessun commento: