domenica 16 giugno 2013

Juve di corsa da Tevez: Marotta sfida il Milan

Due campane, una campanella e le orecchie di Tevez . La campana della Juventus, quella del Milan e la campanella di Robinho , tenuta in mano da Raiola . Lo stesso agente che un anno fa portò ai bianconeri Pogba , soffiato allo United; e che ora ha ricevuto il mandato da Galliani per vendere al più presto l’attaccante brasiliano (Santos in prima fila). La campana del Milan suona così, sullo scacchiere: il primo passo è la cessione di Robinho, da incastrare con i buoni rapporti che l’ad rossonero vanta con i vertici del City, in testa Soriano , e con l’agente di Tevez, Joorabchian. L’offerta del Santos è arrivata a 6 milioni abbondanti, il Milan ne vuole almeno 8. E Raiola anche ieri è stato coinvolto a lungo dalle trattative sulla rotta Europa-Sud America. Ma rimbomba anche la campana della Juventus. Perché pure Marotta e Paratici vantano una facilità di dialogo con Soriano e con gli uomini mercato del City. Il primo passo dei bianconeri, adesso, è pianificare un blitz in Inghilterra per provare a bruciare sul tempo il club rossonero e battezzare un clamoroso controsorpasso, dopo l’accelerata data da Galliani giovedì a Milano nel faccia a faccia con il procuratore dell’ Apache . La campanella di Robinho è quella che detterà i tempi del blitz: Galliani vuole volare a Manchester entro giovedì, una volta trovata la quadra per Robinho. E Marotta? Si è dato un tempo limite: 7 giorni. Ovvero, arrivare a dama entro la fine della prossima settimana. Il tutto, mentre la Juventus continua a trattare anche Higuain e Jovetic , tra prime e seconde scelte.

Nessun commento: