sabato 1 giugno 2013

I Campioni d’Italia: Claudio Marchisio

Tre gol in due Derby basterebbero per fargli un monumento, ma la dimensione di Claudio Marchisio va ben al di là dei confini cittadini e di quelli Nazionali. Qui si parla di uno dei centrocampisti più completi e duttili d’Europa. Claudio è il prototipo della mezz’ala, ma sa anche impostare il gioco con precisione: nelle 29 partite di campionato in cui è stato in campo, per un totale di 2475 minuti, ha effettuato 1236 passaggi, l’83,8% dei quali, ben 1036, è andato a segno. Che il suo piede sia raffinato, lo dimostra il fatto che il 47,2% dei 33 cross su azione tentati, sia stato recapitato a destinazione. Nessuno, nella Juve, ha fatto meglio. Il bello è che la percentuale sale ancora se si guardano i tiri indirizzati nello specchio della porta: 23 delle 48 conclusioni tentate, sono finite in mezzo ai pali, vale a dire il 47,9%. Con un po’ più di fortuna avrebbe quindi potuto ottenere un bottino ancora superiore a quello già notevole di sei reti realizzate. Oltre alle statistiche vale poi la pena ricordare quanto Marchisio sia affidabile in ogni posizione: Nel finale di campionato Conte lo schiera alle spalle dell’unica punta, un po’ rifinitore, un po’ primo incontrista. Altri ci capirebbero poco, Claudio sembra non aver mai fatto altro in vita sua...

Nessun commento: