mercoledì 5 giugno 2013

Higuain, ora tocca alla Juve. Psg e Arsenal in agguato

Non l'avrà detto a Perez, che afferma di non aver mai messo in vendita Higuain, ma in realtà qualcuno al Real lo ha fatto eccome: il dg Jose Angel Sanchez, in un'intervista all'Equipe, e il suo eloquente «Andrà via». Così come occorre precisare che l’ultimo incontro avvenuto tra la Juventus e la famiglia Higuain è avvenuto previa autorizzazione di Perez. Ecco perché il pur duro discorso di Perez non deve essere inteso come una chiusura, bensì semplicemente come una sorta di puntualizzazione. Il presidente ha infatti anche accarezzato il suo tesserato e ha ammiccato alla Vecchia Signora: «Domenica parlerò con Gonzalo e prenderemo delle decisioni. E magari parlerò di Higuain con la Juventus, che viene a giocare la partita del Corazon. Tuttavia al momento non ho ricevuto nessuna offerta dai bianconeri». Anche quest’ultima puntualizzazione non può passare inosservata e non è lasciata al caso. In realtà, tramite intermediari, l’argomento Higuain è già stato affrontato, eccome, dalle due società. Ma Perez si aspetta che domenica Andrea Agnelli e Giuseppe Marotta facciano una mossa concreta, possibilmente risolutrice. Basta con le mosse interlocutorie, basta con i tentennamenti. Al momento la Juve, che appunto è una società amica, gode di una posizione privilegiata. Ma da domenica sera, in mancanza di una offerta “credibile” e “ragionevole”, non lo sarà più. Passeranno anzi in pole-position altri club: l’Arsenal, il Chelsea, il Liverpool. E persino il temibilissimo Psg che con il Real sta discutendo della delicata situazione legata al trasferimento di Ancelotti in Spagna. Come se non bastasse, pure Higuain si aspetta mosse concrete. E concrete dimostrazioni di buoni propositi. L’idea di un trasferimento alla Juve lo intriga parecchio, ma in primis lo intriga l’idea di lasciare il Real. Pare infatti che l’argentino cominci a mandare messaggi a tutte le pretendenti. “Metro” riportava queste sue frasi: «L’Arsenal sarebbe un club adatto a me. Ci sono delle buone possibilità: io sono giovane e ambizioso, voglio andare a giocare dove potrò mettermi alla prova». Altro ultimatum per la Juve, che a questo punto non più tentennare.

Nessun commento: