sabato 30 marzo 2013

Quagliarella: «Un gol d’istinto»

Un gol spettacolare, oltre all’assist che ha permesso a Matri di siglare la rete decisiva, una partita di grande sacrificio, tanto da uscire stremato da campo. Fabio Quagliarella ha giocato una gara strepitosa a San Siro e si gode i meritati complimenti nel dopo gara: «Il gol è frutto d’istinto. Ho stoppato, ho visto che ero libero e ho calciato. Sono molto contento perché è bello sbloccare una partita contro una grande squadra. Ho abbracciato Anelka perché me lo aveva chiesto in spogliatoio E’ bello ricordare anche chi va in panchina, nonostante lavori tutta la settimana». Alla Juve però può capitare, vista la qualità di tutti i componenti della rosa. E la cosa bella è che ogni giocatore accetta le scelte di Conte con la massima disponibilità. Quindi se, nonostante la prestazione maiuscola a San Siro, a Monaco dovesse andare in panchina, Fabio non ne fa un problema: «Sono due anni che il mister cambia gli attaccanti, quindi siamo tutti tranquilli. Nessuno se la prende quando non gioca, l’importante è farsi trovare pronti quando si ha l’occasione di andare in campo».

Nessun commento: