domenica 10 marzo 2013

Conte: Scudetto? E' presto. Restiamo concentrati

«Nove punti di vantaggio sono tanti ma non bastano. La concentrazione deve restare massima». Antonio Conte chiede calma alla sua Juve, nonostante il vantaggio sul Napoli sia cresciuto dopo il successo bianconero contro il Catania e la contemporanea sconfitta partenopea a Verona. «Oggi non è stato facile», ha detto il tecnico della Juve. «Abbiamo voluto vincere a tutti i costi questa partita e lo abbiamo fatto con un grande cuore. Il Catania si è organizzato molto bene e non era facile visto che difendevano in undici e poi ripartivano veloci. E' un campionato tosto, difficile. Siamo contenti di aver dimostrato un grande carattere contro i siciliani». L'obiettivo della Juve è chiudere il conto scudetto quanto prima? «Lo scorso anno noi non partivamo con l'idea di arrivare in zona Champions. Quest'anno, invece, dovevamo riconquistare uno scudetto e non era facile. Ci stiamo confermando a grandissimi livelli grazie ad un gruppo eccezionale. Vincere un'altra volta in Italia non è mai facile. La prossima finale per noi sarà a Bologna. In questo periodo giochiamo spesso e stiamo stanchi. Dobbiamo tenere alta la concentrazione. Quando raggiungeremo la meta, allora ci rilasseremo. Se fossimo riusciti a sbloccare subito il match, avremmo visto un'altra gara. Pogba? Nel primo tempo non mi aveva soddisfatto, invece nella ripresa ha fatto cose importanti. Deve crescere e continuare a fare le cose con umiltà: è un ragazzo a posto. Barça-Milan? Tiferò per i rossoneri. Sono una grandissima squadra ed è merito di Allegri. In poco tempo ha ringiovanito la rosa mettendo giocatori di qualità. E' un'avversaria temibile, anche in campionato. Spero che il Milan vada vanti anche per il ranking Uefa e soprattutto mi auguro di non ritrovarli di fronte ai quarti, sarebbe un peccato».

Nessun commento: