martedì 19 febbraio 2013

Ore 8: Juve a lezione per cancellare Roma

Non sarà una punizione, come ha sottolineato Antonio Conte ieri (con significativa postilla: «Ma ora basta con gli sbagli»), tuttavia, stamattina, la sveglia per la Juventus è suonata in anticipo rispetto al solito. «Da tempo - ha spiegato il tecnico - avevamo programmato una mattinata di test visto che questa è la prima settimana libera. E siccome in rosa siamo tanti, dobbiamo cominciare presto». La ripartenza è fissata alle 8 del mattino. Tra esami, test e allenamento del pomeriggio, i bianconeri lasceranno Vinovo soltanto nel tardo pomeriggio. Insomma, dopo due giorni di riposo si riprende a tavoletta. Il tempo per rivisitare il secondo tempo confusionario e poco coeso di Roma non mancherà. Tra un’esercitazione o dopo il pranzo, Conte parlerà a quattr’occhi con la squadra. «Non c’è nessuno da punire - ha aggiunto l’allenatore a margine della premiazione della Panchina d’oro - ci confronteremo nello spogliatoio, così come facciamo sempre, sia in caso di vittoria, sia in caso di partita andata male. Quindi valuteremo i pro e i contro della gara contro la Roma, sapendo che possiamo fare meglio. Ma comunque i ragazzi se ne sono accorti già al novantesimo, per cui cercheremo di lavorare in prospettiva Siena, perché per noi diventa una partita importante è fondamentale». L'operazione ripartenza comincerà con i test di valutazione della Mapei. Per la Juventus sono una consuetudine. Con le pratiche Mapei si chiuderà soltanto la prima parte della giornata bianconera. Dopo il pranzo e un po’ di riposo, via con la prima seduta vera e propria. Conte stavolta avrà il vantaggio di poter lavorare tutta la settimana per preparare la partita di domenica contro il Siena.

Nessun commento: