sabato 9 febbraio 2013

Juve: 20 convocati per la sfida con la Fiorentina

Sono 20 i convocati da Antonio Conte in vista della sfida di stasera contro la Fiorentina. Nella lista diramata dal tecnico al termine dell’allenamento di rifinitura sostenuto a Vinovo, rispetto all’ultima uscita contro il Chievo rientrano Marchisio, che ha recuperato dal fastidio all’anca, e Vucinic, che a Verona ha scontato il turno di stop inflittogli dal giudice sportivo. Sarà invece assente Bonucci, che deve scontare ancora una giornata di squalifica. La partita conta, l'attesa cresce. E il presidente Andrea Agnelli è andato a caricare la squadra nell'ultimo allenamento come hanno fatto Diego e Andrea Della Valle con la Fiorentina. Capitolo formazione: Pirlo e Marchisio: più sì che no. Nel senso che i due grandi punti interrogativi bianconeri dovrebbero scendere in campo dal primo minuto contro la Fiorentina. Ieri si sono allenati regolarmente e Antonio Conte intende rischiarli perchè non vuole correre rischi di classifica. La partita contro la Fiorentina è fondamentale per lo scudetto considerando che un paio d'ore dopo scenderanno in campo Lazio e Napoli. Quindi non si sa mai, in caso di tre punti i campioni d'Italia potrebbero nuovamente allungare in maniera devastante. Niente sconti, in campo la Juve migliore. Per il Celtic c'è tempo. Pogba, comunque, è in preallarme e potrebbe sostituire uno dei due. La squadra è fatta. Buffon in porta. Poi Barzagli, Marrone e Peluso in vantaggio su Caceres. Più avanti Lichtsteiner, Vidal, Pirlo, Marchisio e De Ceglie. In attacco Vucinic con Matri. Sì, proprio Matri che a Verona è stato fondamentale. Per questa partita Antonio Conte punta molto su Vucinic, il montenegrino, genio e sregolatezza della squadra, finalmente in buone condizioni. Il campione ha superato il problema ai tendini e da qualche giorno a questa parte sta benissimo. Guarito completamente. Quindi può e deve fare la differenza, il tecnico punta su di lui per battere la Fiorentina e ipotecare la qualificazione nell'inferno di Glasgow. Prima i viola, però. Viola di rabbia per il filmato comparso sul sito. I dirigenti bianconeri non commentano, non c'era intenzionalità di scaldare ulteriormente l'ambiente. Sì, sarà un inferno. Ma di tifo e passione perchè ancora una volta lo Juventus Stadium sarà stracolmo di gente e di passione. Con una coreografia mozzafiato.

Nessun commento: