martedì 5 febbraio 2013

Giovinco lascia la Nazionale, contusione alla coscia

L'attaccante della Juventus Sebastian Giovinco ha lasciato Coverciano e il gruppo azzurro radunato da ieri per preparare l'amichevole di mercoledì ad Amsterdam contro l'Olanda. Giovinco era stato visitato dai medici della Nazionale, dopo la forte contusione alla coscia destra riportata durante la partita contro il Chievo. Al termine dei controlli è stato deciso che il giocatore non sarà a disposizione per il test di mercoledì: il ct Cesare Prandelli ha comunque annunciato che non verrà chiamato un suo sostituto. Questa e anche la settimana di Nicolas Anelka: il francese avrà 4 giorni per allenarsi come non ha mai fatto in quest’ultimo periodo: Antonio Conte, infatti, si potrà dedicare soprattutto a lui perché ha tanti giocatori in giro per l’Europa e il Mondo (Asamoah in Sudafrica) con le proprie Nazionali. Strano scherzo del destino si ritrova con quasi esclusivamente con gli attaccanti: Vucinic, Quagliarella, Matri, Giovinco (di rientro da Coverciano perché in non perfette condizioni fisiche) e, appunto, Anelka. L’occasione giusta per lavorare nel migliorare la mira sotto porta. Ma, soprattutto, per portare Anelka ad una condizione il più vicino possibile alla forma migliore. Per lui è stata studiata una tabella particolare: tutto è stato allestito nei più piccoli particolari per facilitare il suo ingresso. Anelka, comunque, ci sta mettendo del suo: professionista esemplare, si impegna con grande sacrificio. E’ sempre il primo ad arrivare e l’ultimo a lasciare gli spogliatoi. Si è subito fatto ben volere da tutti, ha conquistato le simpatie del gruppo. Se a Verona la partita fosse andata in un certo modo, Antonio Conte lo avrebbe fatto esordire. Si è scaldato, pareva sul punto di entrare. E, invece, per mantenere il risultato, il tecnico ha mandato in campo Isla. Scelta azzeccata che ha permesso alla Juve di non rischiare più di tanto e portare a casa tre punti importantissimi.

Nessun commento: