venerdì 7 dicembre 2012

La storia dei precedenti in Sicilia

Il bilancio degli incontri tra Palermo e Juventus giocati al Renzo Barbera vede i bianconeri in avanti con 10 successi, otto pareggi e sei sconfitte. Il punteggio classico è lo 0-2 a favore della Vecchia Signora, verificatosi in 4 circostanze. La prima volta è datata 5 febbraio 1933 ed è una doppietta di Monti a rinforzare le ambizioni tricolori della Juventus che si appresta ad aggiudicarsi il quinto Scudetto della sua storia. Ancora una doppietta, e sempre con le stesse caratteristiche di un gol per tempo, decide Palermo-Juventus del 1956/57: ne è autore Stivanello, in quella che non è certamente una stagione fortunata per i bianconeri, terminati al nono posto in classifica. C’è poi l’ultimo successo della Juve risale al 2008/09, ancora una volta di febbraio (il 21): pochi giorni prima dell’incontro di Champions League tra Chelsea e Juventus, la formazione guidata da Ranieri espugna Palermo, ancora una volta spartendo le reti equamente: nel primo tempo Sissoko, nella ripresa Trezeguet, al rientro da titolare dopo un lungo infortunio. Infine, lo 0-2 dell’ultimo campionato, con le reti di Bonucci di testa e Quagliarella di sinistro: una vittoria decisiva per determinare il sorpasso sul Milan. Da quella serata fino alla conclusione del torneo, la Juve non ha più mollato la testa della classifica. Da rilevare come il risultato di parità manchi addirittura dal 9 febbraio 1969, quando le due squadre chiusero la gara sull’1-1 per effetto dell’autogol di Salvadore e della rete del tedesco Haller.

Nessun commento: