sabato 8 dicembre 2012

Juve, tesoretto Champions: a gennaio otto milioni

Otto milioni subito a gennaio, almeno altri dodici all’inizio della prossima stagione, tanto vale il passaggio del turno e l’accesso agli ottavi di Champions League per la Juventus. Il segnale che, senza l’Europa che conta, diventa difficile poter competere non soltanto con la cerchia ristretta delle big, irraggiungibili per fatturato e potenzialità dei loro proprietari, ma anche con una fetta importante di altri club. La Champions diventa così il bivio che separa il top e la normalità. Per essere entrata negli ottavi la Juventus incassa 3,5 milioni di premio Uefa, altri tre milioni circa sono garantiti dal botteghino (molto dipenderà dall’appeal dell’avversaria, se per caso capita il Real Madrid il record d’incasso dello Stadium è assicurato), poi ci sono i bonus legati al risultato della doppia sfida (il tariffario Uefa prevede un milione per la vittoria, 500 mila in caso di pareggio). Ed ecco che si raggiungono gli otto milioni, ma a fine stagione la somma può aumentare a 20 milioni grazie alla ripartizione del market pool legato alla fetta più ricca, quella dei diritti tv. L’anno scorso il premio totale da dividere era di 754 milioni, quest’anno è lievitato a 910. Ma se la Juventus dovesse continuare il cammino, allora lo scenario cambierebbe ancora e le casse bianconere si riempirebbero di più.

Nessun commento: