mercoledì 5 dicembre 2012

Alessio: «Concentrati su ogni pallone»

Chiellini è a disposizione per il match contro lo Shakhtar, lo assicura Alessio in conferenza stampa a Donetsk alla vigilia della sfida: «Chiellini si è allenato ieri ed è regolarmente a disposizione. La formazione la deciderà Conte domani», assicura il vice del tecnico bianconero che replica a Lucescu: «Il nostro calcio non è prevedibile, quelle di Lucescu rimangono parole. Allora penso al Barcellona che gioca sempre con lo stesso modulo e con gli stessi calciatori...Siamo concentratissimi e vogliamo assolutamente passare il turno. Lucescu sa di avere una squadra assai forte ed è molto furbo a parlare così per caricare i suoi, ma anche noi siamo molto determinati». Insieme a lui anche Buffon, che ha ribadito il ritorno in grande stile della Juve anche al di fuori dei confini nazionali: «Nell'arco di questi quattro mesi in cui abbiamo affrontato sia campionato che Champions, penso che si possa dire serenamente che il processo di crescita di questa Juve sia consolidato, al di là di come finirà. Giocare e vincere le partite come abbiamo fatto noi significa essere una squadra in grado di essere competitiva a livello europeo». «È vero che lo Shakhtar è già qualificato, ma proprio per questo temo il fatto che non abbia nulla da perdere» - aggiunge Buffon - «L'insidia maggiore? Il terzo risultato, quello che ci condannerebbe, perchè conosciamo il valore dell'avversario e lo rispettiamo. In più, hanno la tranquillità del niente da perdere, a differenza nostra, anche se è vero che sono già qualificati e che magari inconsciamente potrebbero essere un pò rilassati», aggiunge il capitano bianconero. «Un fatto è certo, abbiamo dimostrato di potercela giocare con tutti e di essere di nuovo competitivi. Vincere la Champions? Sognare è gratis. Ma ho detto in tempi non sospetti che ci sono tre-quattro squadre più forti di noi. Ma abbiamo dimostrato che possiamo giocarcela con tutti». Il freddo è meno intenso di quanto fosse nelle previsioni, circa un grado sotto di temperatura rispetto a Torino. Anche questo elemento, che avrebbe potuto rappresentare un ostacolo in più, sembra preoccupare assai poco. Lo stadio sarà esaurito e sono stati preparati anche i fuochi d'artificio per celebrare quella che per Donetsk e i suoi abitanti e tifosi è una autentica festa, la storica qualificazione giocando in casa da primi in classifica con la celebre Juventus.

Nessun commento: