martedì 10 luglio 2012

Svolta Juve, con Jovetic spunta anche Pazzini

Scenari che cambiano, altri che vengono a galla, qualche conferma. Cala il velo sul tourbillon di nomi e situazioni seguiti dalla Juve. Partiamo dall’inizio. Dal famoso progetto, termine abusato ma che rende l’idea. Quello della Juve era di mettere a segno un doppio grande colpo: Robin Van Persie e Stevan Jovetic. Due acquisti top nella stessa estate per dare una spallata alla concorrenza interna e mettersi al livello di quella europea. Della caccia all’olandese si è saputo tutto subito, relativamente al montenegrino i vertici bianconeri sono riusciti a ritardare voci e notizie fino ai giorni scorsi. L’idea di fondo era che incassata la disponibilità di Van Persie, sarebbe stata conseguente la capitolazione dell’Arsenal, ma così non è stato. Infatti con il passare delle settimane sono spuntate le piste alternative, a partire da quella relativa a Edinson Cavani, ma anche nelle ultime ore da Napoli sono arrivati segnali di chiusura. - Il risultato è che alla Juve si sono prodotti in una parziale svolta. Jovetic resta nella lista dei rinforzi e l’operazione ha ottime chance di andare in porto, perché lo vuole il giocatore e la Fiorentina ha poco da opporre. Si tratta solo di trovare una contropartita tecnica accettata dai viola, che abbassi l’esborso a una cifra accettabile. La vera novità è che al fianco di Jovetic potrebbe arrivare Giampaolo Pazzini, vecchio pallino della dirigenza e gradito al tecnico. Proprio ieri dal palco di Pinzolo, ai tifosi interisti che lo acclamavano e gli chiedevano di restare in nerazzurro, il “Pazzo” ha risposto: «Non è una cosa che dovete chiedere a me. Non farò parte di questo progetto ma dovete parlarne con la società. Cercherò di impegnarmi e di far cambiare idea a qualcuno, ma questa è la verità». Parole nette.

Nessun commento: