mercoledì 4 luglio 2012

Juve: Chiellini, fuori 40 giorni

Il presidente federale Giancarlo Abete e il commissario tecnico della Nazionale italiana Cesare Prandelli non possono lamentarsi della Juventus. La società campione d’Italia, infatti, ha collaborato nella maniera più completa con preparatori, medici e tecnici azzurri pur avendo concezioni diverse sulla preparazione e sulla metodologia di recupero dei giocatori. Ovviamente le riflessioni di massima collaborazione arrivano dopo che Giorgio Chiellini , più volte fermatosi negli ultimi europei per problemi muscolari, sia tornato a casa in condizioni fisiche preoccupanti in vista dell’inizio della stagione. Ieri, per la cronaca, il giocatore è stato sottoposto ad un’ecografia che ha evidenziato una lesione di 1°-2° grado al gemello mediale del polpaccio sinistro. Il difensore, lo ricordiamo, si è bloccato dopo pochi minuti durante la finale contro la Spagna. Ora la squadra bianconera dovrà impostare l’inizio della stagione senza il suo punto di forza della difesa. Giorgio Chiellini, infatti, potrà tornare ad allenarsi tra 35-40 giorni e non sarà in buone condizioni per la finale di Supercoppa italiana nella seconda settimana d’agosto a Pechino contro il Napoli. Anzi: improbabile che possa essere schierato dall’inizio nella partita più importante della prima fase della stagione dove si assegnerà un trofeo di prestigio. Alla luce di tutto ciò il ritiro del difensore inizierà con degli allenamenti differenziati.

Nessun commento: