venerdì 1 giugno 2012

L'avvocato di Buffon: «È stata un'imboscata»

“L’ipotesi avanzata da una banca in merito a scommesse ed anomala movimentazione di denaro sospetto è priva di rilevanza penale, non è stata raccolta da nessun accertamento dalla Gdf nel 2010. Sono strane le tempistiche: Gigi amareggiato per imboscata dopo conferenza stampa Coverciano” . A commentare l'informativa della Gdf, datata 13 giugno 2011, che chiama in causa il portiere della Nazionale Gianluigi Buffon è il suo legale, l’avvocato Marco Valerio Corini, intervenuto ai microfoni di Radio Manà Manà Sport: “Una cosa molto chiara da sottolineare è che l’informativa della Gdf sottolinea come sia un istituto di credito ad ipotizzare che alcune liquidità possano essere oggetto di scommesse vietate. Stiamo parlando di un’ipotesi che è stata coltivata da una banca ma che non è stata raccolta da nessun accertamento dalla Gdf nel 2010”. - Una volta chiarita l’origine dell’ipotesi, l’avvocato Corini continua: “Cos’è che milita a sostegno del fatto che queste prenotazioni siano sottese a scommesse in generale? Perché questi due soggetti, il calciatore ed il titolare della ricevitoria, devono aver operato tra loro e la causale deve essere quella della scommessa? L’argomento è molto povero, perché questi due soggetti si conoscono da quando Gianluigi era esordiente al Parma, il rapporto di amicizia che li lega può essere benissimo legato da operazioni commerciali più che lecite, come per esempio una compravendita immobiliare. Perché si parla in automatico di scommesse? - si chiede l’avvocato Corini che poi svela l’umore del proprio assistito - . Gigi non ha avuto un tipo di azione violenta, l’ho sentito veramente amareggiato perché si è sentito cadere in una sorta di imboscata dettata dal fatto che lui abbia detto con chiarezza il suo pensiero. Detto questo non cova risentimenti particolare, c’è solo delusione per il fatto che oggi legge sui giornali una cosa che non ha nessun fondamento, però lo vede accostato all’inchiesta del calcio scommesse, lo vedrete domani dai titoli dei giornali. E’ questo che disturba. - Corini parla di “imboscata” riferendosi alla conferenza stampa dello stesso calciatore andata in scena ieri a Coverciano i cui temi si riferivano proprio alla vicende calcioscommesse: “Buffon è un ragazzo molto leale che ha il difetto di dire quello che pensa ed in maniera molto chiara. Quello che ha stupito sono state le tempistiche – sottolinea - ossia questa orologeria così serrata tra la conferenza di ieri a Coverciano in cui ha espresso la sua amarezza per alcuni episodi e queste pseudo notizie che fanno detonare una bomba mediatica che non ha nessuna rilevanza penale, come confermato dagli inquirenti di Torino. Il Procuratore di Cremona anche ha smentito coinvolgimenti, eppure il tutto viene riportato in questo modo. A pensare male si fa peccato ma si indovina. Sull’ipotesi che pare provenire dalla banca si intenda costruire un nesso con attività di scommessa mi fa alzare le mani, questi sono più discorsi da bar che da giustizia sportiva”. Infine, Corini si manifesta perplesso su una possibile convocazione da parte della Procura di Cremona: “Sarebbe un’iniziativa che mi sorprenderebbe, la procura federale non può elevare a dignità di notizia di illecito sportivo ogni ipotesi slegata da riscontri concreti. Se c’è evidenza che esistano rapporti bancari con un altro soggetto non è che questo automaticamente comporti indizi di reato”, conclude Corini.

Nessun commento: