sabato 10 marzo 2012

Alessio: «La Juve adesso è ancora più arrabbiata»

La squalifica di una giornata ad Antonio Conte carica sulle spalle del vice Angelo Alessio oneri e onori. Sarà l’allenatore in seconda a guidare la squadra dalla panchina di Marassi e a lui tocca anche il compito di incontrare i giornalisti alla vigilia della sfida contro il Genoa. «Antonio si è sempre comportato correttamente con gli arbitri e gli assistenti - sottolinea Alessio - e ha subito un’ingiustizia. Eravamo lì e sappiamo come sono andate le cose. E’ molto amareggiato per questa giornata di squalifica e mi auguro che in futuro non si verifichi più una simile situazione». Che parli Conte o il suo vice, la filosofia comunque non cambia e anzi l’assenza del tecnico potrà rappresentare uno stimolo in più per i bianconeri: «Affronteremo il Genoa come abbiamo affrontato tutte le altre squadre, con la stessa determinazione e voglia di fare risultato. Questa squadra ha una uno spirito costruito in otto mesi di lavoro e domani sarà ancora più arrabbiata proprio per questa situazione e raddoppierà gli sforzi». A Marassi, oltre agli infortunati Barzagli e Chiellini mancherà anche lo squalificato Bonucci. Si continuerà comunque con la difesa a quattro e come centrale a fianco di Caceres, ci sono due possibili soluzioni: «Abbiamo provato sia Vidal che Marrone e durante l’ultimo allenamento Antonio prenderà la decisione. Lui è la mente e lui compie le scelte. In questo momento di difficoltà non modificheremo il modulo. I difensori sono contati e andremo avanti con questa situazione tattica. Se Chiellini può recuperare per Firenze? Ci speriamo. Sta lavorando , ma dobbiamo essere cauti, perché con questo tipo di infortuni non si deve sbagliare nulla per evitare ricadute». Se la difesa ha gli uomini contati, le scelte per fortuna non mancano in attacco: «Le punte che scendono in campo saranno sempre funzionali alla partita. Non ci sono gerarchie. Le occasioni le abbiamo avute, ma purtroppo a volte la bravura del portiere, a volte un po’ di imprecisione ci hanno impedito di segnare. Stiamo lavorando comunque su questo e speriamo di ottenere i risultati».

Nessun commento: