giovedì 23 febbraio 2012

Milan-Juventus, i precedenti

E’ il pareggio il risultato più frequente di Milan-Juventus, verificatosi 32 volte, a fronte di 26 successi rossoneri e 18 bianconeri. Roberto Bettega è il goleador della sfida con 5 centri, il più memorabile dei quali fu il gol di tacco nel 1971-72 in un 1-4 indimenticabile che diede il via a un campionato conclusosi con la conquista dello scudetto numero 14 . La vittoria più frequente per la Juventus è lo 0-1 insieme alle 0-2, verificatisi in 4 circostanze. Il successo di stretta misura ha avuto la sua prima volta nel 1949-50, anno tricolore per Boniperti e compagni: a decidere l’incontro è Martino, al sesto minuto della ripresa. Il 16 novembre 1975 è invece Sergio Gori il match-winner: per lui, ex interista, la gara ha anche il sapore di uno strano derby. Nel 1981-82 è invece un futuro milanista, Pietro Paolo Virdis, a risolvere la sfida. Infine, lo 0-1 memorabile dell’8 maggio 2005, con una delle scene più care al popolo bianconero: rovesciata di Del Piero e fantastico assist per Trezeguet, che di testa anticipa Dida e regala alla Juventus un successo fondamentale nella corsa al ventottesimo titolo. Anche la serie degli 0-2 parte da una stagione tricolore, quella del 1959-60. I marcatori dell’incontro, deciso interamente nel secondo tempo, sono Stacchini e Cervato. Identico punteggio si ripete dieci campionati dopo, nel 1969-70: anche in questa circostanza le reti arrivano nella ripresa con Bobo Vieri e Zigoni (curiosamente, due giocatori che alleveranno figli d’arte). 0-2 a tavolino è il verdetto di Milan-Juventus del 1975. A San Siro si scatena la rabbia dei tifosi di casa, Zoff viene colpito da una pietra e diversi giocatori della Juventus sono fatti oggetto di un fitto lancio di mortaretti. Il primo aprile del 1995, il successo per 0-2 ha il significato di un passaggio di consegne tricolori, con Ravanelli e Vialli che affondano il Milan di Capello e lanciano la Juventus di Lippi alla conquista del primo scudetto di un ciclo che vedrà i bianconeri trionfare tre volte su quattro campionati. Infine, pur non rientrando nella categoria dei successi con due gol di scarto, meritano una citazione l’1-6 del 6 aprile 1997 e lo 0-1 dell’ 8 maggio 2005. Nel primo caso la Juve è lanciata in testa alla classifica e il Milan arranca staccato di ben 13 lunghezze. La gara di San Siro sancisce la definitiva supremazia bianconera, finendo in goleada: dopo il vantaggio iniziale dei rossoneri firmato da Simone, le doppiette di Jugovic e di Vieri e i gol di Zidane e Amoruso annichiliscono il Meazza. Nel 2005 invece la sfida è più combattuta, con Milan e Juventus appaiate in testa alla classifica. A decidere la gara è David Trezeguet che devia alle spalle di Dida un assist capolavoro di Alessandro Del Piero, sfornato con una perfetta rovesciata. E’ la vittoria che lancia la Juve verso la conquista del 28° scudetto.

Nessun commento: