sabato 10 dicembre 2011

Roma-Juventus, i precedenti

La Juventus ha una recente tradizione di vittorie all’Olimpico contro la Roma. Un tris di successi sonanti anche per le dimensioni del punteggio, avviatosi con l’1-4 del 2008-09, proseguito con l’1-3 del campionato successivo conclusosi con lo 0-2 della scorsa stagione, dove ad andare in gol sono stati Krasic e Matri nel corso del secondo tempo. Eppure, è l’1-2 il risultato che più volte nel corso della storia ha inquadrato la vittoria della squadra bianconera, una circostanza che si è verificata in ben 6 occasioni. La prima risale al 13 gennaio 1935, ultimo trionfo della Juve del quinquennio. E’ una doppietta di “Farfallino” Borel a determinare il rovesciamento del punteggio dopo la rete del vantaggio giallorosso a opera di Scaramelli. Otto anni più tardi, è lo stesso Borel a guidare dalla panchina la squadra per un’impresa firmata Magni e Meazza. Nel 1964 la Juve conquista l’intera posta grazie alla doppietta di Stacchini; per i padroni di casa accorcia le distanze Sormani. Indimenticabile è la sfida che chiude il campionato 1972-73, quando Josè Altafini e Antonello Cuccureddu nei minuti conclusivi dell’incontro regalano alla Juventus il quindicesimo scudetto, ottenuto in sorpasso sul Milan, clamorosamente sconfitto a Verona col punteggio di 5-3. Anche nell’anno del secondo tricolore della Roma, 1982-83, i bianconeri riescono a combinare un bello scherzo alla squadra di Nils Liedholm (peraltro non l’unico: tra andata e Coppa Italia la Juve di Trapattoni fa poker). Alla rete di Falcao nella ripresa, rispondono Michel Platini su punizione e Sergio Brio di testa. L’ultimo 2-1 è relativo al campionato 2004-05 e vede andare in rete Fabio Cannavaro e Alessandro Del Piero.

Nessun commento: