mercoledì 7 dicembre 2011

Marchisio: «Tim Cup come la Champions»

Come dopo la prodezza con il Parma. Come dopo la doppietta con il Milan. Come dopo il gol partita con l’Inter. Come dopo la rete del tris al Palermo. Anche dopo la vittoria con il Cesena c’è Claudio Marchisio in copertina a rappresentare al meglio il momento della Juventus. La prodezza con i romagnoli, la sesta in questo campionato (la quinta allo Juventus Stadium), ha ulteriormente portato il centrocampista torinese sotto i riflettori. Gli ultimi complimenti sono arrivati niente meno che da due Palloni d’Oro quali Pavel Nedved e Roberto Baggio. «I complimenti fanno sempre un enorme piacere e danno lo stimolo per restare a questi livelli. Le parole di Roberto e di Pavel mi onorano e mi danno la voglia di fare ancora di più. Questo per me si sta rivelando un anno buono in fase realizzativa, ma il merito è della squadra. Dai compagni arrivano assist che mi permettono di segnare gol facili». Oltre agli elogi, anche i paragoni si sprecano. Come quello con Frank Lampard del Chelsea, un centrocampista abituato a chiudere le proprie stagioni in doppia cifra, come numero di gol. «Lampard è un grande campione, che segna da tanto tempo, io sono solo al primo anno. Aver giocato da attaccante nelle giovanili aiuta a non perdere il vizio del gol. Nelle stagioni precedenti coprivo di più la fase difensiva e correvo molto. Ora sono più lucido quando mi avvicino alla porta. I tanti ruoli ricoperti in precedenza mi hanno dato più esperienza e ora sto raccogliendo i frutti». Tre giorni dopo la gara con il Cesena, è già tempo di pensare alla prossima. Contro un’altra squadra dell’Emilia Romagna. Giovedì sera, allo Juventus Stadium, arriverà il Bologna per gli ottavi di Coppa Italia. Una gara che tutti i bianconeri vogliono vincere. Marchisio in primis. «La Tim Cup è la nostra Champions e l’unica coppa che disputeremo quest’anno e ci teniamo ad andare fino in fondo. Siamo a nove vittorie e vogliamo essere i primi a raggiungere quota 10. L’assenza di Vucinic? Perdiamo un grande giocatore, ma ne abbiamo di altrettanto bravi che hanno voglia di mettersi in mostra. In queste partite, chiunque è sceso in campo ha dimostrato di fare bene e lo farà anche nelle prossime».

Nessun commento: