venerdì 2 dicembre 2011

Juve: I precedenti con il Cesena

Sono 7 le vittorie della Juventus sul Cesena negli incontri disputati a Torino e la particolarità è che non si è mai verificato un risultato identico a un altro. La serie ha preso inizio nel 1975, anno dello scudetto numero 16. A decidere l’incontro è un rigore, calciato perfettamente da Oscar Damiani Non è semplice guadagnare i due punti della vittoria due stagioni dopo. Il primo tempo si chiude sull’1-0 grazie alla rete di Benetti. A inizio ripresa un autogol di Morini costringe la squadra di Trapattoni a un surplus di fatica, premiata dalle reti di Bettega e Benetti. Nei minuti conclusivi, Palese firma il 3-2 definitivo. Il copione è totalmente diverso nel 1981-82. Juventus-Cesena apre il campionato che culminerà con il trionfo tricolore che significa la seconda stella. Dopo appena un quarto d’ora, una doppietta di Bettega intervallata da una rete di Scirea chiude di fatto la contesa. Un acuto dell’ex Verza sembra riaprire momentaneamente i giochi, ma nel secondo tempo Scirea, Fanna e ancora Bettega determinano un punteggio che assomiglia al tennis nelle sue proporzioni: 6-1 Nel campionato dopo, ancora una volta Juventus-Cesena è il primo incontro di campionato giocato al Comunale. Stavolta sono Bettega e Platini a costruire un 2-0 classico Trascorre poco meno di un decennio e la Juventus di Maifredi supera 3-0 il Cesena nella prima giornata del girone di ritorno. Fortunato, Casiraghi e De Agostini sono i marcatori Vi è poi un incontro tra bianconeri di Torino e bianconeri di Romagna nel campionato di serie B. La Juve si aggiudica la sfida per 2-1, con uno-due di Del Piero e Trezeguet e rete della bandiera ad opera di Papa Waigo. La gara viene giocata di mercoledì, per recuperare la partita rinviata per la tragica circostanza della scomparsa dei due ragazzi del vivaio juventino, Alessio Ferramosca e Riccardo Neri Infine, l’ultimo appuntamento dell’anno scorso. Juventus-Cesena si gioca alla decima giornata e segna l’esordio in serie A di Sorensen, ragazzo della Primavera aggregato alla prima squadra da Del Neri. All’undicesimo minuto gli ospiti si portano in vantaggio con un tocco sotto porta di Jimenez. La reazione dei padroni di casa si concretizza dopo la mezzora in un ribaltamento totale del risultato: prima è Del Piero dagli undici metri a pareggiare, poi è un fantastico tuffo di testa di Quagliarella a determinare il vantaggio. Sul finire della gara, chiude i conti una deviazione sotto la traversa di Iaquinta, su suggerimento di Salihamidzic dalla destra.

Nessun commento: