mercoledì 16 novembre 2011

Juve, a gennaio c'è Gabriel. Sandreani: «Un fenomeno!»

A dispetto dei tanti brasiliani che la Juventus sta seguendo, il primo che verrà tesserato a gennaio vive a Torino ormai da quattro mesi, ha indossato la casacca bianconera in più occasioni con la Primavera e la prima squadra, anche se soltanto in impegni amichevoli, e i tifosi hanno già imparato a conoscerlo. Il suo nome è Gabriel Appelt Pires , 18 anni compiuti il 18 settembre, acquistato ad aprile dal Resende per 2 milioni di euro più bonus, arrivato in Italia con il fratello Guilherme e i genitori a fine luglio e ora in attesa della finestra di mercato invernale per firmare il contratto. - Come da regolamento perché la Juventus ha dovuto attendere la maggiore età - e anche l’arrivo del passaporto comunitario, sfruttando le origini portoghesi dei giocatori, per non occupare un posto utile a qualche altro acquisto - per poterlo tesserare. Accadrà a gennaio, ma ormai è soltanto un dettaglio. Anche se il ragazzo, e con lui il suo entourage e quello juventino, non vede l’ora di poter finalmente scendere in campo in una partita ufficiale. - La promessa brasiliana è stata un’intuizione di Fabio Paratici , vero divoratore di partite in ogni latitudine, che un bel giorno si è imbattuto nel ragazzo, a 17 anni già debuttante nella serie A brasiliana, e lo ha segnalato agli osservatori bianconeri. «Da quel momento lo abbiamo monitorato in ogni gara e a febbraio siamo andati a visionarlo dal vivo in Brasile» spiega Mauro Sandreani , capo degli osservatori della prima squadra. E il giudizio finale è stato unanime. «Un fenomeno non soltanto per le doti tecniche e tattiche, ma anche per la forte personalità. Noi cerchiamo giovani con queste caratteristiche perché sappiamo che vestire la maglia bianconera crea pressioni e aumenta le responsabilità».

Nessun commento: