sabato 1 luglio 2017

Calciatori della "Juventus Football Club"

SIVORI - CHARLES - BONIPERTI
Tra i numerosi calciatori di rilievo che hanno militato nella Juventus figurano Giampiero Boniperti, riconosciuto come il calciatore più rappresentativo della storia della società. Il Marisa (così era soprannominato) ha vinto un totale di 25 trofei ufficiali durante la sua carriera, sia da giocatore che da dirigente del club, per la quale attualmente detiene la carica di Presidente Onorario. Boniperti, insieme al gallese John Charles e ad Omar Sivori, (primo giocatore della Serie A a vincere, nel 1961, il Pallone d'oro), ha composto il celebre Trio Magico della squadra bianconera, tra la fine degli anni cinquanta e gli inizi degli anni sessanta. Gianpiero Combi, campione del mondo nel 1934, è considerato uno dei migliori portieri dell'ante-guerra. Dino Zoff, nominato dalla FIGC miglior calciatore italiano nel periodo 1954-2003 e vincitore, tra altri, di sei scudetti e una Coppa UEFA con la Juventus, della quale difese la porta per 330 partite consecutive di campionato tra il 1972 e il 1983, è a tutt'oggi unico calciatore italiano ad avere vinto sia il campionato europeo che quello mondiale con l'Italia. Gaetano Scirea, Sergio Brio, Antonio Cabrini e Stefano Tacconi sono quattro dei cinque soli calciatori ad aver vinto tutte le competizioni ufficiali UEFA per club e, insieme al loro compagno di squadra Marco Tardelli, cinque dei soli nove calciatori che hanno vinto, almeno una volta, le tre principali competizioni gestite dall'UEFA.
  
PLATINI - BONIEK - ROSSI

Da citare anche i francesi Michel Platini, soprannominato in patria le Roi (il re), tra altri, campione d'Europa nel 1984 con la sua Nazionale e nel 1985 con la Juventus, e Zinédine Zidane, campione del mondo nel 1998 e d'Europa nel 2000 con la Francia, campione del mondo di club con la Juventus e, con essa, vincitrice di due scudetti. Roberto Baggio, Pallone d'oro 1993 e Alessandro Del Piero, sul campo, otto volte campione d'Italia e, nel 1996, campione d'Europa e del mondo con la squadra bianconera, nonché campione del mondo 2006 con la nazionale. Altri calciatori bianconeri da menzionare sono l'attaccante Piero Pastore, il più giovane debuttante della storia bianconera con soli 15 anni, 6 mesi ed 11 giorni d'età, ed il difensore Carlo Bigatto I, considerato il primo uomo-simbolo del club, nel periodo del passaggio dal primo anteguerra al Quinquennio d'oro. Da citare, nel periodo del secondo dopoguerra, Carlo Parola, difensore noto anche come l'inventore della rovesciata, il cui gesto atletico ha ispirato l'inconfondibile marchio dell'album Panini dei calciatori, e militante in prima squadra per 17 stagioni consecutive dal 1939 al 1954. Negli anni sessanta e settanta un importantissimo contributo alla Juventus venne dallo spagnolo Luis del Sol, presente in quasi 300 partite ufficiali dei bianconeri fino al 1970, da Antonello Cuccureddu, uno dei più noti jolly del calcio italiano al pari di Giovanni Varglien nella decade degli anni trenta e Pietro Magni negli anni 1940 e dal tedesco Helmut Haller, che alla Juventus vinse due titoli.

Nessun commento: